Difesa: Di Stanislao (IDV), su tagli al comparto e su aereo F35 il governo non dà risposte

Camera-dei-Deputati2“Tagli riversati solo sul personale”. L’Aquila, 24 nov – A conclusione del Question time in Commissione Difesa della Camera, Augusto Di Stanislao, capogruppo IdV, si è detto «’assolutamente insoddisfatto della risposta del Governo»’, in riferimento alla sua interrogazione «sugli ingenti tagli al comparto, contrapposti agli sproporzionati costi messi in campo per l’acquisto di armi e macchine, compresi i “famosi” F35»’.

Nel quesito, Di Stanislao chiedeva: «in relazione ai tagli che ogni Ministero deve adottare, quali siano le reali intenzioni del Ministero della Difesa, spiegando con quali criteri opera affinchè non siano ancora una volta le armi e le macchine a prevalere sugli interessi e bisogni del personale militare tutto». «Il quadro è molto chiaro – ha commentato il parlamentare IdV, motivando la sua insoddisfazione – La crisi che imperversa in tutta l’Europa ha portato i vari Governi a tagliare le spese militari, tranne che in Italia. Anzi, i tagli che ogni Ministero deve apportare, il ministro La Russa li ha riversati completamente sul personale militare e sull’organizzazione». «Non solo non ha intenzione di tagliare il numero degli F-35 – ha osservato – ma manterrà anche la versione B che gli inglesi, ad esempio, hanno abbandonato per l’elevato costo, o il Canada e la Danimarca che hanno rinviato la decisione o l’Olanda che vi ha rinunciato». «La risposta è stata in realtà una “non risposta” – ha concluso Di Stanislao – Un resoconto sterile dei fatti». Per questo ha preannunciato che presenterà, a breve, un’ulteriore interrogazione «su quanto detto recentemente da Crosetto e continuerò con tutti i mezzi a mia disposizione perchè finalmente siano le persone a prevalere sulle macchine».

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.