Ddl lavoro, Pardi (IDV): pericoloso e incostituzionale. Punta a proteggere gli alti gradi militari per la questione amianto

banchina_torpRoma, 23 set. – “Il collegato lavoro è un farraginoso concentrato di norme gravissime, che puntano solo a stravolgere il diritto del lavoro indebolendo le tutele dei lavoratori a tutto vantaggio dei datori di lavoro”. Lo afferma il senatore dell’Italia dei Valori Francesco Pancho Pardi, aggiungendo che la legge all’esame del Senato “presenta ancora evidenti e pericolosi profili di incostituzionalità. Basti pensare alla norma che prevede il ricorso obbligatorio all’arbitrato per la risoluzione di una controversia, una norma più volte dichiarata illegittima dalla Corte Costituzionale dal momento che solo la concorde volontà delle parti può consentire deroghe al fondamentale principio di statualità ed esclusività della giurisdizione, al diritto di tutti i cittadini di agire in giudizio per la tutela dei propri diritti e interessi legittimi. La giustizia dell’arbitrato- prosegue- è profondamente pregiudicata dal fatto che si trascurano le condizioni asimmetriche di debolezza del lavoratore di fronte a questa scelta”. Altro punto critico per Pardi è rappresentato “dall’insidiosissimo soppresso articolo 20, quello sull’amianto, che la maggioranza ripropone ora in una formulazione addirittura peggiorativa. Si punta a proteggere gli alti gradi militari, in modo che non possano più essere investiti dal principio di responsabilità per ciò che è avvenuto sulle navi costruite con l’amianto”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.