Afghanistan: Obama furioso con McChrystal su nuova strategia Usa

Barack-ObamaConsultato Petraeus: amministrazione dubbiosa su rinforzi. Roma, 5 ott. – Il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, sarebbe furioso con il comandante delle truppe Usa e della Nato in Afghanistan, Stanley McChrystal , per il discorso pronunciato da quest’ultimo nei giorni scorsi a Londra, durante il quale ha precisato di essere contrario all’opzione proposta dal vice presidente Usa Joe Biden, che prevede di concentrare gli sforzi nelle operazioni contro al Qaida nelle regioni tribali del Pakistan.

Il consigliere per la sicurezza nazionale James Jones, riferisce il Telegraph, da parte sua non ha confermato le indiscrezioni ma ha ammesso che Obama e McChrystal si sono parlati per 25 minuti a Copenhagen a bordo dell’Air Force One. “Non ero con loro e non posso rispondere sulla questione. Ma si è trattato di un’opportunità per loro di conoscersi meglio. Sono sicuro che si sono scambiati opinioni a viso aperto”.

Nel frattempo, secondo quanto scrive questa mattina il New York Times, Obama negli ultimi giorni avrebbe consultato “più volte” il generale David Petraeus, grande stratega della guerra in Iraq.
Il generale dovrebbe partecipare a un paio di riunioni anche questa settimana.

Sulla strategia da adottare in Afghanistan, Obama dovrebbe decidere nelle prossime settimane. Ma l’amministrazione Usa non sarebbe disposta a inviare più truppe nel paese asiatico come richiesto da McChrystal. Petraeus, riferisce il quotidiano, alla fine potrebbe fare fronte comune con il comandante delle truppe Nato e con il capo del Joint Chiefs of Staff, Mike Mullen contro Biden e i suoi consiglieri. Ma in questa situazione, decisiva potrebbe rivelarsi l’opinione del segretario alla Difesa Robert Gates, che si è detto preoccupato per la sorte del contingente americano in Afghanistan ma non ha chiuso definitivamente le porte ai rinforzi richiesti da McChrystal. (Apcom)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.