AFGHANISTAN: LA RUSSA, ALLEATI PERPLESSI SU USO TORNADO

ROMA, 8 LUG – ”Ho ricevuto segnalazioni che da parte delle altre nazioni del contingente in Afghanistan c’e’ un minimo di perplessita’ sulla diversita’ rispetto all’attivita’ di copertura aerea”, una disparita’ per cui ”loro possono aiutare i nostri soldati e noi non possiamo aiutare i militari di altri paesi”. Lo ha detto il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, nel corso di un’audizione in Senato di fronte alle commissioni Difesa di Camera e Senato. ”Al momento – ha specificato il ministro – non c’e’ nessuna richiesta specifica, ma i nostri comandi militari mi hanno segnalato questa argomentazione ripetuta che viene fatta al contingente italiano”. ”I soldati in Afghanistan, in questa fase delicata – ha spiegato La Russa – hanno richiesto supporto aereo di copertura, che in altre parole significa l’intervento di cacciabombardieri Tornado. Ma i nostri militari non possono intervenire in tal senso, perche’ sono autorizzati solo a monitoraggio”, cioe’ ad un’attivita’ di mappatura dall’alto. ”Neppure i tedeschi possono farlo – ha aggiunto – perche’ sono nelle nostre stesse condizioni. L’attivita’ di copertura e’ consentita ai militari inglesi, olandesi, americani”. ”E’ vitale – ha sottolineato La Russa – mantenere la dotazione del nostro contingente a piu’ elevati livelli qualitativi. Questo ha consentito anche nelle ultime settimane alcuni attacchi si siano risolti senza conseguenze negative”. (Ansa)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.