AFGHANISTAN, DI PIETRO: SENZA FONDI SI MANDANO RAGAZZI A MORIRE

Roma, 02 SET – “Inviare i nostri soldati in Afghanistan senza l’attrezzatura sufficiente ad affrontare l’emergenza, cosi’ come si prospetta, vuol dire mandarli a morire”. Lo dichiara il presidente dell’Italia dei valori Antonio Di Pietro dicendo a Klaus Davi: “C’e’ molto malumore nell’esercito per i tagli economici che ci sono stati.
Addirittura in Parlamento siamo costretti a votare non se mandare o meno i nostri soldati in Afganistan, ma quali tipi di pistole, fucili e munizioni dargli; e’ una cosa che non ha ne capo e ne coda. O noi decidiamo di non mandarli, ed io e l’Italia dei Valori siamo contrari a mantenere in Afganistan le truppe, perche’ il tipo di missione e’ cambiato, non e’ piu’ un peacekeeping, ma stiamo partecipando ad una guerra tribale di opposte fazioni oppure se ci andiamo non puo’ essere il politico a decidere come deve vestirsi il militare e quale tipo di attrezzatura deve avere con se. I ragazzi devono avere tutto cio’ che serve per garantire la propria sicurezza. Non dobbiamo aspettare che ci scappi il morto. La Russa, crede di portare in giro i nostri soldati come se andasse a fare una rappresentazione con le frecce tricolore.
In Libia si puo’ andare a fare questo telefilm. In Afganistan piuttosto che in Iraq queste cose non si possono fare perche’ li ti ammazzano davvero”. (Velino)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.