Videogiochi: Call of Duty, è record per il nuovo “Black Ops”

call-of-duty-black-ops

Vendite stimate in 360 milioni di dollari, lo scenario è da guerra fredda. Roma, 12 nov – (di Alessandra Magliaro) E’ uno dei titoli più famosi tra gli sparatutto con oltre 25 milioni di giocatori in tutto il mondo e miliardi di ore di gioco online, e ora ha anche stabilito un record: il più venduto nel primo giorno di uscita. E’ Call of Duty, uno dei giochi d’azione più acclamati dalla critica a livello internazionale. Frantumando il proprio precedente record di vendite al day one, il videogioco sviluppato da Treyarch e distribuito da uno dei leader del settore, Activision, “Call of Duty: Black Ops” è diventato il più grande lancio mai realizzato nel mondo dell’intrattenimento con stime di circa 360 milioni di dollari nei soli Stati Uniti e gran Bretagna nelle prime 24 ore dalla sua uscita. Il precedente, dello stesso franchise, era per Modern Warfare 2 con 310 milioni di dollari. Nel suo primo giorno di vendite, Black ops, il 9 Novembre, ha venduto al pubblico circa 5,6 milioni di copie nei soli Stati Uniti e Gran Bretagna, rispetto ai 4,7 milioni di copie dello scorso anno con Call of Duty: Modern Warfare 2, secondo stime interne Activision.

Stavolta, per gli hard gamers fan di Call of Duty, il periodo storico è la Guerra Fredda con il giocatore che si immedesima in prima persona nel ruolo di un militare ”Black Op” coinvolto in svariate operazioni dietro le linee nemiche. Le missioni non hanno un’unica ambientazione ma si svolgono in differenti paesi significativi di quel periodo, tra cui il Laos, il Vietnam e i Monti Urali di una Unione Sovietica che porta la data del Marzo 1968. E c’è anche la Cuba di Fidel Castro. Proprio le missioni speciali sotto copertura sono le vere protagoniste del gioco, in grado di coniugare fiction e realismo storico estremamente accurato e realistico delle ambientazioni delle missioni, reso possibile grazie a documenti e testimonianze desecretate di recente. Dal punto di vista tecnologico, l’ultimo Call of Duty è all’avanguardia: ha una grafica in 3d vision ad alta definizione (con occhiali) e un audio in 5.1 surround sound. Quanto alla narrativa è sceneggiato da David S. Goyer (Batman Begins, Blade) e per la prima volta, dà spazio e voce ai protagonisti interpretati da grandi attori quali Ed Harris nelle vesti dell’operativo CIA Jason Hudson e Gary Oldman (Dracula, Batman Begins) che si cala nuovamente nei panni del colonnello Viktor Reznov. La colonna sonora, da sempre elemento fondamentale per le produzioni Call of Duty, anche quest’anno si fregia di collaborazioni prestigiose: Eminem impreziosisce infatti la soundtrack di Black Ops, composta dal celebre compositore hollywoodiano Sean Murray, con ” Won’t back down”.(ANSA)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.