Usa: operazione “Enduring freedom” supera quota mille morti

militari_usaWashington, 4 mar – L’operazione “Enduring Freedom”, lanciata dall’allora presidente americano George W. Bush all’indomani dell’11 settembre 2001, per quanto riguarda le operazioni antiterrorismo ha superato oggi i mille morti americani, raggiungendo quota 1.001. Il dato è stato reso noto dal Pentagono, che ha precisato come rientrino nella missione “Enduring Freedom” tutte le forze impegnate nelle diverse operazioni antiterrorismo nel mondo. Enduring Freedom è oggi diventata sinonimo della guerra degli Usa in Afghanistan, ma il ministero della Difesa ha sottolineato che che si riferisce ad ogni impegno militare nel mondo dedicato alla lotta al terrorismo. I 1.001 militari a cui il Pentagono fa riferimento, ai quali si devono aggiungere due civili, sono morti per la maggior parte in Afghanistan, ma anche in Pakistan e Uzbekistan. dove hanno perso la vita 925 soldati Usa. Ma vi sono stati morti anche a Guantanamo, in Eritrea, Etiopia, Sudan, Kenya, Giordania, Turchia, Yemen, Kirzikistan, Tagikistan, Filippine e Seychelles. (ANSA)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.