TAR Lazio: su previdenza complementare ricorso del personale del comparto Sicurezza e Difesa giudicato “inammissibile”

tar_lazioRoma, 23 gen – Il 14 dicembre 2009 è stata depositata la sentenza del Tar Lazio avente nr. 12874/2009 del 18 novembre 2009, relativa al primo ricorso collettivo avverso il mancato avvio della previdenza complementare ed il mantenimento del sistema retributivo, presentato da circa 590 appartenenti alle forze di polizia. Il ricorso è stato dichiarato inammissibile per difetto di giurisdizione del giudice adito in quanto, secondo i giudici amministrativi, questione spettante alla Corte dei Conti, “giudice delle pensioni”.

Il ricorso verteva sul riconoscimento del diritto a vedersi calcolare il trattamento pensionistico – sino all’effettiva attuazione delle previdenza complementare – secondo il sistema cosiddetto “retributivo”, previa eventuale dichiarazione d’incostituzionalità della legge 335/1995 e degli artt. 2 d.lg. n. 124/1993 e 3, comma 2, d.lg. n. 252/2005. Il ricorso era stato promosso dal personale che al 31/12/1995  avevano meno di 18 anni contributivi, e da quello assunto  in servizio dopo il 1° gennaio 1996.

 Leggi la sentenza del TAR del Lazio

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.