Sicurezza: Osservatorio europeo: criminalità in crescita per 3 italiani su 4

Carabiniere-di-quartiereRoma, 26 gen. – Tre italiani su 4 (il 75,3%) pensano che nel nostro Paese ci sia maggiore criminalità rispetto a cinque anni fa. E’ uno dei dati che emerge dal quarto Rapporto sulla sicurezza in Italia e in Europa, curato dall’Osservatorio europeo sulla sicurezza.

La “bolla emotiva” registrata alla fine del 2007, sulla scia di alcuni fatti di cronaca – premettono gli autori della ricerca – appare superata e calano la paura di subire un furto in casa (17,1%), una truffa della carta di credito (15,7%), il furto dell’auto o dello scooter (15,1%), uno scippo (12,7%) o una rapina (11,6%).

Eppure il 38,4% degli intervistati (un campione di 2.500 persone) crede che dal 2005 a oggi nella propria zona di residenza i fatti criminali abbiano conosciuto un’escalation. Non solo: resta molto forte la domanda di controllo sul territorio, al punto che il 78% degli italiani vorrebbero più forze dell’ordine nelle strade, l’87% si dice favorevole ad aumentare la videosorveglianza di strade e luoghi pubblici, il 45% permetterebbe al governo di monitorare le transazioni bancarie e gli acquisti con carte di credito, il 38% (il 9% in più rispetto all’anno precedente) renderebbe più facile per le autorità la lettura di posta ed e-mail e persino l’intercettazione telefonica senza consenso delle persone.

Un’ansia che si traduce in una sempre maggiore vocazione all’autodifesa: il 46% ha montato porte e finestre blindate nel proprio appartamento, e il 9% è arrivato ad acquistare un’arma. (AGI)

Vota il sondaggio


{loadposition personale1}

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.