Sicurezza, Bonanni (CISL) e Romano (SIULP): grave e vile l’atto della mafia contro il centro per la legalità di Cermenate

CermenateRoma, 25 mag – «Il vile atto, proprio nel giorno di commemorazione della strage di Capaci in cui persero la vita il giudice Giovanni Falcone, la moglie e gli agenti della sua scorta, con cui la mafia ha voluto “sfregiare” il simbolo della legalità e per la formazione alla legalità di Cermenate, voluto dalla CISL e dal SIULP per costruire un percorso di formazione alla legalità e contro le associazioni mafiose che rappresentano un freno alla democrazia e alla crescita del nostro Paese, va condannato senza se e senza ma attivando tutte le operazioni possibili per identificare gli autori di questo vile atto in modo da riaffermare la cultura dello Stato, delle Istituzioni e della società civile contro l’illegalità e l’arroganza criminale».

Ad affermarlo, Raffaele BONANNI, Segretario Generale della CISL e Felice ROMANO Segretario Generale del SIULP che, «nel ringraziare la cittadinanza di Cermenate per la volontà di condividere e collaborare a far decollare il centro di formazione alla legalità istituito in quella comunità», sottolineano come «questo atto non deve essere assolutamente sottovalutato auspicando che gli inquirenti individuino nel più breve tempo possibile gli autori di questo atto».

«La pervicacia con cui questi delinquenti si ostinano a voler cancellare quello che oramai è diventato un vero e proprio simbolo di riscossa e di affermazione della società civile e dei giusti sui delinquenti e sulla sopraffazione – continuano Bonanni e Romano -, è il segno che l’iniziativa voluta dalla CISL e dal SIULP è sulla strada giusta».

«Per questo – concludono i sindacalisti – , bisogna che gli inquirenti attivino tutti i dispositivi per individuare gli autori e per tutelare questo simbolo della cultura della legalità da quanti, a vario titolo hanno interesse a dimostrare che l’antistato possa avere la meglio sullo Stato e sulla parte sana del nostro Paese».

{nicedonate:http://www.grnet.it/donpay.gif||}

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.