Scuola: proteste a Milano contro l’introduzione della cultura militare

protesta-studentiUova e petardi contro il Provveditorato.  Milano, 8 ott – Uova, petardi, bottiglie di plastica e qualche pietra contro il Provveditorato di Milano, sotto il controllo della polizia. Il corteo degli studenti è arrivato davanti all’edificio di via Ripamonti. Una delegazione degli studenti è stata lasciata passare e ha costruito con cartoni e sacchi una piccola struttura militare davanti il cancello d’ingresso, per protestare contro il progetto “Allenati per la vita”.

Gli studenti sono tenuti a distanza dall’ingresso del provveditorato transennato dalle forze dell’ordine. Davanti all’ingresso del provveditorato i manifestanti hanno posto una sagoma del ministro dell’Istruzione Maria Stella Gelmini, vestita in abiti militari, che è diventata bersaglio del lancio di uova, rotoli di carta igienica e di qualche petardo. Sul posto sono presenti agenti di polizia in tenuta antisommossa.

“Provveditorato limite invalicabile: zona militare, vigilanza a cura del generale Colosio”. Gli insulti più frequenti contro il provveditore Giuseppe Colosio e il ministro dell’Istruzione Mariastella Gelmini.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.