Sci: giochi mondiali militari, 40 nazioni con una delegazione dall’Afghanistan

sciTesero (TN), 9 gen – Sono 40 le rappresentative nazionali attese ai primi Giochi invernali mondiali militari in programma in val d’Aosta dal 20 al 25 marzo 2010. Si gareggera’ nelle discipline dello sci (alpino, nordico e sci alpinismo) e del biathlon, dello short track, con le novita’ dell’arrampicata indoor e dello sci-orientamento. Si gareggera’ nelle localita’ di Brusson, Cogne, Cormayer, Flassin Saint Oyen, Geessoney Saint Jean e Pila, con la cerimonia d’inagurazione ad Aosta. In gara circa 800 atleti. Per gli italiani sono preannunciati, tra gli altri, i fratelli Moellg, Pietro Piller Cottrer e Giorgio Di Centa. L’evento e’ stato presentato oggi a Tesero, in Trentino, dai presidenti Augusto Rollandin (Regione Val d’Aosta), Giovani Morzenti Fisi), Luigi Roth (C.O.), gen. Gianni Gola (Consiglio internazionale dello sport militare) e del col. Marco Mosso, responsabile delle truppe alpine ad Aosta. ”Sara’ un evento ideale per enfatizzare e valorizzare gli investimenti in infrastrutture sportive fatti negli ultimi ani dalla Regione – ha detto il presidente Rolladin – Solo nel 2009 nelle strutture sportive all’aria aperta la Val d’Aosta ha investito 50 milioni di euro”. Rollandin ha poi sottolineato il valore del forum di apertura – annunciato poco prima dal gen. Gola – sul tema dello sport quale strumento di pace -: ”un momento importante per far dibattere sulla pace e con protagonista la Val d’Aosta, terra dove i militari storicamente hanno sempre rappresentato, in quest’ambito, una grande risorsa”. Il gen. Gola ha anche preannunciato la possibile presenza di una delegazione dell’Afghanistan. ”Abbiamo ricevuto una richiesta in tal senso – ha chiarito -. Abbiamo chiesto e ottenuto dal Cio una cifra per la solidarieta’ destinata a consentire la partecipazione ai Giochi anche di nazioni prive delle risorse necessarie”. I Giochi inverali anticipano di un’anno l’edizione estiva prevista a Rio de Janeiro nel luglio 2011. ”Anche in questo caso i militari hanno anticipato il Cio – ha concluso Gola -. Saranno 8.500 gli accreditati, poco meno dei 10.500 previsti per i Giochi. Sara’ certamente un’utile banco di prova per le Olimpiadi brasiliane del 2016”. (ANSA)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.