Sanità militare nella “Combat Area”, a Napoli esperti a confronto

militare_feritoNapoli, 9 set – La gestione dei traumi negli scenari operativi: per due giorni la sanità militare italiana si confronta con esperti – sia italiani che stranieri – della sanità civile. Il workshop internazionale – ”Gestione dei Traumi in Combat Area” – si terrà domani e sabato nella scuola militare ”Nunziatella” di Napoli. I lavori avranno con la Lectio Magistralis ”Il conflitto tra etica ed economia nel concetto di triage”, del generale di Corpo d’armata Rocco Panunzi, Comandante Logistico dell’Esercito. L’obiettivo diretto ed immediato del Workshop è quello di mettere a confronto le esperienze professionali del personale sanitario dei Trauma Center in ambito civile con quella delle strutture sanitarie delle Forze Armate presenti nei Teatri Operativi delle missioni di Peace-keeping. ”E’ un momento di confronto molto importante, anche per la città di Napoli”, spiega il generale Mario Morelli, responsabile del Comando Logistico Sud di Napoli. Le due giornate di studio vedranno una sinergia tra il personale medico della sanità militare e quello civile nazionale e internazionale, evidenzia ancora il generale Morelli, tra i cui nomi spicca quello del professor Thomas Scalea (Trauma Center and University of Maryland School of Medicine – Baltimora Usa). L’evento promosso dal Capo della Sanità dell’Esercito, Ten. Gen. Federico Marmo, è stato organizzato dal Comando di Sanità del Comando Logistico Sud di Napoli, con al vertice il brigadier generale Achille Coppola e dal dipartimento militare di medicina legale di Caserta, diretto dal colonnello Andrea Costume.(ANSA)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.