Rifiuti, Napoli: siti militari usati per stoccaggio immondizia. Discariche trasformate in “siti strategici”

rifiuti-a-napoliNapoli, 29 nov – Due vie d’uscita per ripulire Napoli e provincia. In arrivo ci sono gli autocompattatori del Comune di Roma e 400 militari. La prima fase dell’intervento riguarderà i comuni limitrofi al capoluogo: Quarto, Volla e Sant’Antimo. Le discariche saranno trasformate per decreto in siti strategici sotto il controllo appunto dei militari.

Saranno impiegati anche i siti militari per lo stoccaggio dell’immondizia. Cala un pò la quantità di rifiuti lungo le strade, sono circa 2500 tonnellate. Ciò è stato possibile perchè gli impianti Stir di Tufino a Giugliano hanno funzionato “quasi a pieno ritmo”, come ha spiegato l’assessore comunale all’Igiene Paolo Giacomelli. Sono poi in azione anche i dieci mezzi messi a disposizione dal Comune di Roma. L’obiettivo di tutti i rappresentanti istituzionali, a partire dal Governo, è ridare l’immagine che merita a Napoli entro la metà di dicembre quando entrano nel vivo le festività natalizie. (Il Velino)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.