Omicidio Melania Rea, il papà all’amante di Parolisi, Ludovica Perrone: “esca allo scoperto”

Perrone-ParolisiRoma, 22 lug – «Io voglio ribadire a Ludovica di uscire allo scoperto, vorrei sapere se ha il coraggio di dire che Valentina, l’amica di mia figlia, ha detto il falso riguardo le minacce telefoniche che Melania le aveva fatto. Io da padre sono molto rammaricato per questa signorina, e credo che tutto ruoti attorno al tradimento di Salvatore sfociato poi in questo orrendo omicidio». Così il padre di Melania rea, Gennaro, ai microfoni di Pomeriggio Cinque, rivolgendosi alla soldatessa amante di Salvatore Parolisi. Quanto alla piccola Vittoria, rimasta orfana della mamma e con il padre ora in carcere, «abbiamo chiesto l’affidamento temporaneo della piccola – ha spiegato – perchè dovevamo tutelarla. Lei quando vuole ha anche gli altri nonni, gli zii e chiunque di loro può venire da Vittoria. La bimba sta bene, è tranquilla e noi cerchiamo di mantenerla così».

ludovica-perrone

Ludovica Perrone, l’amante del Caporalmaggiore Parolisi

L’amico di Ludovica Perrone: “era sconvolta quando Melania sparì”

“Lei era sconvolta”. Lo dichiara in un’intervista a “Il Messaggero” l’allievo sottufficiale Luigi De Felice, confidente di Ludovica Perrone, parlando del giorno in cui lei, che aveva una relazione con Salvatore Parolisi, seppe della scomparsa di Melania Rea. “Stavamo facendo il solito addestramento – continua – Fu un giorno molto intenso e la sera andammo a letto presto. La mattina dopo, il 19 aprile Salvatore le telefonò Ludovica si allontanò per poter parlare liberamente, ma capii subito che era successo qualcosa di grave. Lei era sconvolta. Mi disse soltanto che Salvatore era disperato, che sua moglie era sparita”. “Era turbata soprattutto perchè la scomparsa di Melania avrebbe fatto saltare il loro progetto di passare le vacanze di Pasqua insieme – spiega De Felice – Ludovica non pensò ad una tragedia, ma ad un allontanamento volontario di Melania come reazione alla richiesta di separazione Melania per lei era un chiodo fisso, non riusciva a frenare la gelosia”.

{nicedonate:http://www.grnet.it/donpay.gif||}

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.