NORDCOREA: URANIO ARRICCHITO QUASI PRONTO, SEOUL: REAZIONE FERMA

uranio_nordcoreaProgramma entrato nell’ultima fase. Sudcorea: “provocazioni”. Seoul, 4 set. (Apcom) – La Corea del Nord ha annunciato oggi di essere entrata ormai nella fase conclusiva di produzione dell’uranio arricchito, necessario per il programma nucleare di Pyongyang. La produzione di arricchimento dell’uranio è essenziale per la produzione di bombe nucleari. Pyongyang ha inviato una lettera al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite segnalando i progressi compiuti, secondo l’agenzia ufficiale nordcoreana Kcna.

Il Consiglio di Sicurezza dell’Onu ha rafforzato le sanzioni nei confronti di Pyongyang dopo una serie di test giudicati provocatori, come l’esplosione nucleare sotterranea effettuata nel maggio scorso. Secondo quanto pubblicato dalla Kcna, il plutonio di cui dispone il paese sta per essere trasformato in arma nucleare e il programma di arricchimento svolto in questi ultimi mesi è arrivato nella sua fase ultima.

“Abbiamo proceduto con successo alla sperimentazione dell’arricchimento di uranio, che è entrata nella fase finale”, ha confermato l’agenzia ufficiale nordcoreana. “Stiamo anche portando a termine il trattamento di barre di uranio usate e il plutonio estratto (da un reattore) è in fase di adattamento per uso militare”, ha affermato il rappresentante permanente della Corea del Nord alle Nazioni Unite, citato dalla Kcna.

Intanto Soul ha reagito alle notizie giunte da Pyongyang, promettendo una risposta “ferma” di fronte alle “minacce e provocazioni” del Nord. La Corea del Sud avrà oggi discussioni “approfondite” con l’inviato americano per la Corea del Nord, Stephen Bosworth, che ha iniziato mercoledì un tour nella regione e arriverà oggi a Seoul.

La Corea del Nord nega da anni di avere elaborato un programma segreto per la fabbricazione di un ordigno nucleare con uranio arricchito. Ma Pyongyang ha annunciato a giugno, dopo il voto della risoluzione 1874 del Consiglio di Sicurezza dell’Onu, di voler procedere all’arricchimento di uranio e alla ‘militarizzazione’ dell suo plutonio. (fonte Afp)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.