Manovra, il taglio delle tredicesime verrà modificato ma non ritirato

soldatiRoma, 5 lug. – L’emendamento che contiene il taglio delle tredicesime per forze di polizia, magistrati, professori universitari e diplomatici non dovrebbe essere ritirato. La norma potrebbe invece essere modificata, con una riformulazione, ha spiegato il sottosegretario al ministero dell’Economia, Luigi Casero. Intanto sono ripartiti, con un’ora di ritardo, i lavori della commissione Bilancio al Senato, che dovrebbe licenziare il provvedimento entro oggi. L’inizio dei lavori dell’Aula è infatti previsto per domani alle 16,30 mentre il termine per gli emendamenti è fissato alle 17,00. Sempre domani, alle 13,00 è prevista una conferenza dei capigruppo che potrebbe anche modificare i lavori dell’assemblea. L’emendamento presentato dal relatore, Antonio Azzollini, che ha sollevato un coro di polemiche, prevede la possiblità di “esentare” alcune voci delle retribuzioni dal blocco previsto per i dipendenti del pubblico impiego. Per assicurare comunque gli stessi risparmi, la proposta di modifica stabilisce in alternativa la possibilità di ridurre le tredicesime per: il personale dirigente e non delle forze armate, dei vigili del fuoco, il personale di magistratura, i professori e ricercatori universitari, per il personale di carriera prefettizia, per il personale diplomatico e il personale della carriera dirigenziale penitenziaria. ico_commenti Commenta

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.