Manovra finanziaria: mobilitazione di Prefetti, polizia di Stato e Vigili del Fuoco

polizia1Stanchi dell’assenza del ministro Maroni, chiedono un intervento di Napolitano e Berlusconi. Roma, 3 lug – “La totale disattenzione del Ministro MARONI, ai problemi del personale del suo Ministero è riuscita in una impresa storica: l’unificazione di tutte le rappresentanze sindacali dei Prefetti, della Polizia di Stato e dei Vigili del Fuoco.” E’ quanto si legge in una nota congiunta a firma Siulp, Sap, Siap-Anfp, Silp-Cgil, Ugl-Polizia di Stato, Coisp, Anfp, Si.N.Pre.F, FNS CISL VV.FF.

“La recente manovra finanziaria, che porterà tagli al Ministero dell’Interno per oltre 600 milioni di euro e di cui il Ministro Maroni si è totalmente disinteressato, risponde a logiche esclusivamente ragionieristiche ed è espressione della potente lobby dell’alta burocrazia del Ministero dell’Economia.
Gli ultimi emendamenti presentati dal Senatore Azzollini tagliano addirittura in maniera imprecisata le tredicesime dei poliziotti, dei questori, dei vigili del fuoco e dei prefetti, mentre vengono sperperate decine di milioni di euro per una non precisata ‘mini naja’ sperimentale presso il Ministero della Difesa. Una iniziativa tanto ‘pittorescai quanto ‘costosa’ che non servirà ai ‘novelli balilla’ neppure come titolo per futuri concorsi.”
“Le associazioni della Polizia di Stato, dei Vigili del Fuoco e dei Prefetti  – conclude la nota – proclamano una mobilitazione generale e chiedono un immediato intervento del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e del Presidente del Consiglio dei Ministri Silvio Berlusconi.” ico_commenti Commenta

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.