Libia, Gheddati: abbiamo costretto l’Italia ad inchinarsi

berlusconi-gheddafi-bacia-maniHanno dovuto chiedere scusa per l’occupazione coloniale. Roma, 2 mar. – Rivendicando il ruolo della sua “guida” politica e esaltando la “rivoluzione” libica Gheddafi parlando alla cerimonia a Tripoli ha aggiunto: “abbiamo costretto l’Italia a inchinarsi”. L’italia, ha detto Gheddafi, “è stata costretta a chiedere scusa per la sua occupazione militare” e a pagare per questo.

Rivendicando il ruolo della sua “guida” politica e esaltando la “rivoluzione” libica Gheddafi parlando alla cerimonia a Tripoli ha aggiunto: “abbiamo costretto l’Italia a inchinarsi”. L’italia, ha detto Gheddafi, “è stata costretta a chiedere scusa per la sua occupazione militare” e a pagare per questo. “Abbiamo costretto l’italia ha ammettere i suoi errori ottenendo uno storico successo…. E tutte le ex potenze coloniali sono rimaste scioccate”.

Rivendicando il ruolo della sua “guida” politica e esaltando la “rivoluzione” libica Gheddafi parlando alla cerimonia a Tripoli ha aggiunto: “abbiamo costretto l’Italia a inchinarsi”. L’italia, ha detto Gheddafi, “è stata costretta a chiedere scusa per la sua occupazione militare” e a pagare per questo. Abbiamo costretto l’italia ha ammettere i suoi errori ottenendo uno storico successo…. E tutte le ex potenze coloniali sono rimaste scioccate”. Precedentemente Gheddafi aveva ribadito che il popolo libico è “sfidato in tutto il mondo”. Lo era prima, sottoposto alla minaccia coloniale, e lo è adesso, ma da quando è stata insediata la Jamaihiria, ha proseguito, il “popolo è libero”.(TMNews)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.