Libano, Unifil: El Pais; su comando tensioni Italia-Spagna

elpais-libanoMadrid, 29 ott – Ci sono tensioni fra Italia e Spagna, secondo il quotidiano di Madrid El Pais, sul comando della Finul, la Forza Onu per il Libano. Il giornale spagnolo scrive che l’Italia vorrebbe prorogare di sei mesi le funzioni dell’attuale comandante della Finul, il generale Claudio Graziano, il cui mandato scade nel febbraio prossimo, e che deve essere sostituito da un generale spagnolo. Secondo il quotidiano vicino ai socialisti un rinvio del passaggio di consegne ”sarebbe uno schiaffo per la Spagna” soprattutto perche’ ”il comando della Finul e’ fondamentale per dare visibilita’ al ruolo che Zapatero vuole svolgere durante la presidenza spagnola dell’Ue, nella prima meta’ del 2010. Quello di Madrid e’ il terzo contingente della Finul, con 1100 uomini, dietro a quelli di Italia (2500) e Francia (1480) e gli ultimi due comandanti della Forza sono stati un francese e un italiano. La Spagna ha gia’ presentato all’Onu i nomi di due alti ufficiali, indicando come preferito secondo El Pais, il generale Alberto Asarta, ex-capo della brigata per il Libano Sudorientale. Ma, secondo il quotidiano spagnolo, ”l’Italia ha presentato all’ultimo minuto il suggerimento che Graziano proroghi di sei mesi il suo mandato” spiegando che ”la Finul deve procedere a un adeguamento di effettivi ed e’ meglio che sia gestito da uno con esperienza”. Secondo El Pais ”esperti militari” spagnoli ”sospettano che si tratti di fare in modo che Graziano finisca in Libano la sua carriera”. Il giornale precisa che Roma ”non ha presentato formalmente la proposta di proroga ma solo durante consultazioni informali”. ”Il problema, rileva il giornale, e’ che l’Italia ha comunciato all’Onu la sua intenzione di ritirare 1000 soldati dal Libano ma che e’ disposta ad aspettare che Graziano lasci il comando”. ”Non e’ un ricatto, ma gli assomiglia” scrive El Pais. La Spagna si e’ detta disposta a rafforzare il proprio contingente di 250 uomini. (ANSA)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.