Immigrazione: soccorso in mare nel canale di Sicilia. Decine di dispersi

immigrati-lampedusaRoma, 6 apr – Duecento persone di probabile provenienza tunisina sono cadute in mare da un barcone nel canale di Sicilia, a circa 39 miglia a sud ovest di Lampedusa.
L’unità aveva chiesto soccorso tramite telefono satellitare durante la notte alle autorità maltesi e, su richiesta di queste ultime, erano partite da Lampedusa due motovedette delle Capitanerie di Porto ed un elicottero della Guardia di finanza.

Giunta sul posto alle quattro circa di questa mattina la prima delle motovedette ha intercettato il barcone alla deriva in una situazione di grave pericolo. Il mare molto agitato (stato quattro) e la concitazione a bordo del barcone hanno reso vano ogni tentativo di trarre in salvo gli immigrati, finiti in acqua nel corso delle operazioni di soccorso.

Il buio e le avverse condizioni meteo rendono difficili le operazioni di ricerca dei naufraghi, attualmente in corso ad opera delle stesse motovedette  e di un peschereccio dirottato sul posto dalle Capitanerie di porto. Quarantasette le persone finora recuperate.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.