Immigrazione: a Lampedusa una task force sanitaria insieme a forze dell’ordine e militari

immigratiRoma, 12 apr – Istituire subito una task force sanitaria a Lampedusa ”per non farci trovare impreparati” rispetto ad una nuova, eventuale emergenza sbarchi. Lo ha annunciato il ministro della Salute, Renato Balduzzi, arrivato oggi nell’isola, dove ha aperto un vertice operativo in previsione di sbarchi di cittadini extracomunitari. Al vertice, nella sede della base dell’Aeronautica militare, si rende noto in un comunicato, partecipano il prefetto di Agrigento Francesco Ferrandino, l’assessore alla Sanità della Regione Sicilia Massimo Russo, tecnici del Ministero della Salute e del Ministero della Cooperazione internazionale e dell’integrazione, il dottor Severoni dell’Organizzazione mondiale della sanità, la Croce Rossa, il sindaco Bernardino De Rubeis e rappresentanti delle forze dell’ordine e militari.

All’incontro era presente anche il vescovo di Agrigento monsignor Francesco Montenegro, con il parroco di Lampedusa don Stefano Nastasi. Aprendo il vertice, Balduzzi ha sottolineato la natura operativa della visita a Lampedusa: “Non c’è spazio oggi per le divagazioni”, ha detto. Il ministro ha precisato che a Lampedusa si deve “tutelare la salute di chi abita qui tutto l’anno, di chi viene come turista, e di chi sbarca con la speranza di una vita migliore, per sfuggire la disperazione”. Poi ha aggiunto: “Siamo qui per non farci trovare impreparati”. Balduzzi ha quindi fatto riferimento ai problemi delle piccole isole, rispetto alle quali ha assicurato il suo impegno in collegamento con le Regioni interessate. (ANSA)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.