Immigrati: la NATO respinge la ricostruzione del Guardian, informazioni sbagliate

natoBruxelles, 9 mag – La Nato ha respinto la ricostruzione del quotidiano britannico The Guardian, secondo cui, a fine marzo, 61 immigrati africani ”sono stati lasciati morire nel Mediterraneo dopo che unità militari europee e dell’Alleanza hanno apparentemente ignorato le loro richieste di aiuto”. ”Qualsiasi affermazione che parla di una portaerei della Nato che intercettò e poi ignorò l’imbarcazione in difficoltà è sbagliata”, ha detto il portavoce Carmen Romero, ricordando che le navi dell’Alleanza ”sono pienamente consapevoli delle loro responsabilità per quanto riguarda il diritto marittimo internazionale”.

Dal quartier generale di Bruxelles, una nota spiega che in quei giorni ”solo una portaerei si trovava sotto il comando Nato, la nave italiana Garibaldi – e non la francese Charles de Gaulle come scritto dal quotidiano britannico – che, nel periodo in questione, operava a circa 100 miglia nautiche al largo delle coste”. ”Nella notte tra il 26 ed il 27 marzo – prosegue la nota – unità della Nato sono state coinvolte in due distinte operazioni”, entrambe ”a 50 miglia nautiche da nordest di Tripoli”, che hanno portato al salvataggio di circa 500 persone, ”trasferite in Italia con l’assistenza delle autorità italiane”. E in quel frangente, le truppe internazionali ”non hanno visto e sentito alcuna traccia di altre imbarcazioni nell’area” in difficoltà. (Asca-Afp)

{nicedonate:http://www.grnet.it/donpay.gif||}

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.