Haiti: sulla portaerei Cavour anche alcuni blindati “Lince” per le misure di sicurezza

lince-torrettaRoma, 20 gen. – Sulla portaerei Cavour salpata ieri da Muggiano (La Spezia) alla volta di Haiti ”è stato imbarcato anche qualche ‘Lince’ che potrebbe essere utile per le misure di sicurezza”. Lo ha reso noto il ministro della Difesa Ignazio La Russa nel corso di un’audizione in Commissione Difesa al Senato. Oltre ai blindati, attualmente utilizzati nella missione multinazionale Isaf in Afghanistan, a bordo dell’ammiraglia della Marina hanno trovato posto autogru, cisterne, rimorchi, veicoli speciali, 135 tonnellate di aiuti umanitari forniti dal World Food Program, 76 tonnellate di materiale sanitario della Croce Rossa Italiana, elicotteri e un contingente militare composto tra l’altro da fucilieri dell’Aeronautica, genieri della Brigata Julia dell’Esercito e militari del reggimento San Marco e del Comando subacquei incursori della Marina. La nave farà tappa in Brasile per imbarcare elicotteri e personale sanitario fornito dal governo brasiliano, che opererà insieme ai medici italiani. Sulla nave, infatti, è in funzione un vero e proprio ospedale dotato di due sale operatorie e unità radiologica.
”Tra dieci giorni, nella fase immediatamente successiva alla primissima emergenza”, con l’arrivo della portaerei Cavour ad Haiti ”saremo in grado di dispiegare una vera e propria città, con un ospedale eccezionale, con un centro di comunicazioni avanzatissimo”, spiega La Russa a margine dell’audizione al Senato. L’aiuto italiano si concretizzerà ”con i mezzi e le derrate alimentari che stiamo trasportando, con il personale sanitario di primissimo livello” che giungerà sull’isola a bordo dell’ammiraglia della Marina Militare. Si tratterà, osserva La Russa, di ”un’opera veramente importante di aiuto a quello sfortunato Paese”. (Adnkronos)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.