Haiti, il Governatore della Florida annuncia: i voli verso gli Stati Uniti continuano

haiti5Le autorità militari avevano sospeso il ponte aereo dei feriti. Miami, 31 gen. – I voli umanitari da Haiti verso gli Stati Uniti continuano, nonostante le autorità militari americane avessero sospeso quelli relativi al trasferimento delle persone rimaste ferite nel sisma del 12 gennaio scorso negli ospedali statunitensi: lo ha affermato il governatore della Florida, Charlie Crist, intervistato dall’emittente televisiva Abc. Proprio Crist aveva innescato la crisi chiedendo ieri al governo federale statunitense di farsi carico di una parte dei costi delle cure; anche gli altri stati che hanno preso in cura dei pazienti haitiani avevano deciso una sospensione temporanea dei voli fino a che la questione non fosse stata risolta. Non è tuttavia chiaro chi abbia preso effettivamente la decisione di interrompere i voli: secondo fonti del governo della Florida la richiesta del governatore potrebbe aver provocato “confusione”: “La Florida è pronta ad aiutare i nostri vicini di Haiti ma abbiamo bisogno di un piano di azione e di rimborso per le terapie che stiamo fornendo”, aveva spiegato il portavoce del governatore, Sterling Ivey, senza precisare quanto abbia fino ad ora pagato lo stato. Secondo il Dipartimento della Sanità federale la decisione di sospendere i voli è stata invece presa dai vertici militari, che gestiscono il ponte aereo, e questi ultimi sottolineano come il rifiuto degli ospedali di accettare nuovi pazienti non abbia lasciato loro altre possibilità di scelta; tuttavia, fonti del governo della Florida hanno assicurato che nessun nosocomio dello stato ha rifiutato il ricovero dei feriti. (Apcom)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.