Haiti: decollato da Pisa C-130 con team medico e ospedale

c-130Roma, 14 gen – E’ appena decollato da Pisa il C-130 dell’Aeronautica militare con a bordo un team medico per la chirurgia d’urgenza e un ospedale da campo destinato alle popolazioni colpite dal terremoto ad Haiti. Il velivolo della 46/a Brigata aerea farà tre scali e giungerà a destinazione non prima di 36-48 ore. A bordo del C-130, spiegano all’Aeronautica, circa 11 mila chili di materiali: cinque tende pneumatiche, una sala operatoria, apparecchiature medico-strumentali, scorte di medicinali ed acqua potabile. Il team medico è composto al momento solo da due chirurghi e due assistenti sanitari. L’aereo, con quattro militari di equipaggio, è infatti completamente stipato di materiale e per questo non è stato possibile al momento imbarcare più personale, che partirà successivamente con un altro velivolo. A pieno organico, il Gruppo di chirurgia d’urgenza (Gcu) di Pisa, diretto dal professor Giuseppe Evangelista, dovrebbe operare ad Haiti con uno staff di 20 persone: due chirurghi generali e d’urgenza, due anestesisti, un pediatra, due medici di Pronto Soccorso, due medici di medicina d’urgenza, 10 infermieri e un tecnico di logistica. Il C-130 dell’Aeronautica farà scalo a Gran Canaria, Capo Verde e a Guadalupe, dove attenderà il via libera per atterrare ad Haiti, dove la situazione del traffico aereo comincia ad essere congestionata. L’arrivo a Port-au-Prince, viene ribadito, è previsto non prima di 36-48 ore. Il compito dell’advanced team che sta per giungere ad Haiti a bordo di un Falcon è proprio quello di preparare il terreno, soprattutto dal punto di vista logistico e della sicurezza, al personale dell’ospedale da campo. (ANSA)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.