GrNet.it: i complimenti del Quirinale per le capacità artistiche di un nostro blogger

napolitanoRoma, 12 giu – Un nostro blogger, Paolo Radi, insegnante di lettere all’Istituto Tecnico Commerciale “D. Bramante” di Pesaro, ha realizzato lo scorso anno un cortometraggio dal titolo “The Five Dragons”. Con l’appoggio del dirigente scolastico, l’aiuto di alcuni colleghi e l’entusiasmo degli alunni ha messo in moto un treno che ben poche possibilità aveva di arrivare a destinazione. A guidarlo sono stati il suo grande amore per il cinema e la convinzione dell’importanza della scuola nella formazione civile degli alunni , soprattutto con mezzi che li coinvolgano in prima persona bypassando così lezioni teoriche e spesso retoriche.

Il nostro è autore della sceneggiatura, produttore e regista. In poche parole senza ovviamente tralasciare nulla del quotidiano impegno scolastico, ha dovuto reperire i fondi indispensabili anche se tutto è stato fatto all’insegna del risparmio. La conoscenza tecnica cinematografica era pure scarsa ma…per aspera ad astera. La sceneggiatura era ambiziosa: spiegare l’origine del brigatismo rosso e dell’eversione usando la chiave del fantasy-thriller. All’origine del fenomeno storico si è immaginato la reazione di una compagnia di carabinieri – I Dragoni Rossi di Sardegna- sciolta per istituire I Carabinieri Regi.

Così la stessa avrebbe giurato (secondo la fantasia dell’autore) di destabilizzare con qualsiasi mezzo la futura arma che si sarebbe creata con le regie patenti del 13 luglio 1814. E con essa anche l’apparato dello Stato. Inoltre il regista spiega – sempre la sua ottica fantasiosa-, il mistero che si cela nello stemma araldico dell’Arma.

radi-grande

Il prof. Paolo Radi

Proprio l’Arma dei carabinieri si è dimostrata di una disponibilità e collaborazione senza pari. Sono state concesse come location la sede della Scuola Ufficiali di Roma, il Comando Legione Lazio di Piazza del Popolo, sempre a Roma e altri prestigiosi luoghi. Sembrava finita quando è iniziata la parte in verità più impegnativa del progetto: la promozione. Sono state contattate associazioni, personaggi del mondo politico e culturale arrivando fino al Presidente della Repubblica Italiana. Con indicibile sorpresa del nostro blogger è arrivata una lettera da parte del Suo Consigliere che richiede una copia del cortometraggio che sarà visionato dallo stesso Presidente. Come chiusura lo stesso si è congratulato per la lodevole iniziativa di aver affrontato un argomento ancora scottante. La ricetta di tutto quello che è stato sopra descritto è la seguente: passione, pazienza, determinazione e tanta fiducia .

{nicedonate:http://www.grnet.it/donpay.gif||}

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.