Forze armate: esercitazione “Eagle blade” per truppe NATO

esercitazioni298Milano, 23 nov – Il Corpo d’Armata di Reazione Rapida della Nato in Italia (Nrdc-Ita), dislocato presso la Caserma ‘Ugo Mara’ di Solbiate Olona e comandato dal generale di Corpo d’armata Gian Marco Chiarini, si schierera’ nei prossimi giorni presso l’aeroporto militare di Cameri (Novara) per condurre l’esercitazione ‘Eagle Blade 2009′. L’esercitazione, che avra’ una durata di due settimane, e’ del tipo per posti comando (Cax, Computer Assisted Exercise), volta ad addestrare il personale di staff sia al processo decisionale e di pianificazione sia alla condotta di un’operazione militare a guida Nato in un’area di crisi. L’esercitazione rientra nelle attivita’ addestrative che annualmente consentono al Nrdc-Ita di mantenere alto il proprio livello di prontezza operativa. Il comando, infatti, deve essere in grado di schierarsi in un tempo massimo di 30 giorni in una qualsiasi area di crisi. All’attivita’ prenderanno parte circa 1.000 militari, inclusa una componente di 50 Ufficiali e Sottufficiali delle 14 delegazioni straniere presenti a Solbiate Olona. Il personale partecipante all’esercitazione verra’ schierato presso l’aeroporto militare di Cameri, ove le unita’ logistiche di supporto alle dipendenze del Nrdc-Ita hanno approntato tutti i materiali e le strutture (tende, Posti Comando e connessioni di rete, locali per la mensa ed il tempo libero) necessarie al corretto svolgimento dell’Esercitazione. Come da prassi consolidata in occasione della partenza per tutte le attivita’ addestrative e operative, presso la caserma ‘Ugo Mara’ verra’ attivato il Family Support Centre, organismo dedito al supporto delle famiglie che rimangono presso le proprie abitazioni. ”L’Esercitazione che ci accingiamo a condurre sara’ un banco di prova per confermare le gia’ acquisite capacita’ del personale del Nrdc-Ita di lavorare in modo integrato in un contesto multinazionale, interforze e sotto stress” – ha dichiarato il Generale Chiarini – ”Inoltre verranno affinate e migliorate le procedure logistico-operative perche’ il Comando Nato di Solbiate Olona continui ad essere una unita’ d’elite su cui la Nato possa fare pieno affidamento”.(ANSA)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.