Fisco: Comune non versa l’IVA, 17 indagati nel catanese due sindaci, 5 assessori, 4 consiglieri, 4 dirigenti e 2 revisori

agenzia-delle-entrateCatania, 11 lug – La Procura di Caltagirone ha fatto notificare avvisi di chiusura delle indagini preliminari nei confronti di 17 indagati nell’ambito di un’inchiesta per falsità ideologica per un presunto omesso versamento di 300.000 euro di Iva da parte del Comune di Mirabella Imbaccari. Tra gli indagati ci sono il sindaco Vincenzo Marchingiglio, e il suo predecessore Giuseppe Turino; 5 assessori comunali, di cui due con la delega a Bilancio e Finanze – Michele Barbuscia e Giuseppe Di Stefano – e gli altri tre – Vincenzo Di Dio, Giovanni Interlandi e Graziella Nitro – perchè hanno approvato la relazione sul conto consuntivo relativo all’anno 2006.

Indagati inoltre i dirigenti pro-tempore che hanno retto l’Area affari finanziari del Comune – Alfredo Aquilino, Vincenzo Rinnone, Giuseppa Liardo e Gaetano Incarbone – e i consiglieri comunali Giuseppe Giustolisi, Giuseppe Novello, Vincenzo Cucinella e Giovanni Ferro, in qualità di componenti la commissione Bilancio. Per la mancata iscrizione ai residui passivi delle somme dovute all’Erario sono indagati anche i revisori contabili Francesco Marotta e Benedetta Costantino. Durante le prime fasi dell’inchiesta, coordinata dal procuratore capo di Caltagirone, Francesco Paolo Giordano, militari della guardia di finanza di Caltagirone, hanno eseguito controlli al Comune di Mirabella Imbaccari, rilevando che nel 2005 e 2006 l’Ente avrebbe omesso il versamento dell’Iva sulle dichiarazioni presentate, per quasi 300.000 euro d’imposta sottratta al Fisco. Secondo gli investigatori dell’omissione non ci sarebbe traccia nei bilanci.(ANSA)

{nicedonate:http://www.grnet.it/donpay.gif||}

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.