Facebook, Kaspersky Lab: attenzione alle applicazioni insidiose

facebookRoma, 1 dic – Dopo la pubblicazione dell’articolo nel quale davamo ai nostri lettori le indicazioni su come identificare i siti web trappola, di seguito pubblichiamo un’altro articolo lanciato dall’Adnkronos inerente la sicurezza in rete.

(Adnkronos) I colorati bigliettini natalizi sono tornati a circolare. Questi sono giorni in cui gli auguri, scintillanti e vivaci, consegnano pensieri amichevoli nelle nostre caselle di posta elettronica e, sempre più spesso, anche nei social network. Gli utenti rinunciano volontariamente alla propria privacy caricando foto scattate durante delle feste o pubblicando ingenuamente informazioni riservate: ma bisogna tenere conto dei rischi legati alla sicurezza. Lo sottolinea Kaspersky Lab ricordando che l’utilizzo di smartphone e di accessi Wlan continua ad essere una fonte di rischio eccessiva. I telefoni cellulari di nuova generazione infatti sono paragonabili a dei piccoli computer, e sono dotati di sistemi operativi che andrebbero protetti proprio come un pc. Nell’ambito di uno studio riguardante l’uso di smartphone e la sicurezza mobile (condotto in collaborazione con l’istituto di ricerche di mercato Iris Research Worldwide), Kaspersky Lab ha rivolto a 500 utenti domande sul loro comportamento in relazione alla sicurezza nell’accedere a Internet. Il 38% utilizza il proprio smartphone almeno una volta al giorno per navigare in Internet (il 58% tra gli utenti nella fascia di età 12-19 anni). Il rischio è che, se non è installato un efficace programma di protezione, su un Pc o su un telefono cellulare (ad esempio, Kaspersky Internet Security 2011 o Kaspersky Mobile Security 9), le interfacce come Bluetooth o Wlan possono essere utilizzate per diffondere malware. Ciò nonostante, benchè il 36% degli intervistati abbia dichiarato di considerare la navigazione in Internet in modalità mobile più pericolosa di quella effettuata dal pc a casa, l’impiego di servizi web mobili continua a crescere in maniera esponenziale.

L’indagine ha rivelato tra l’altro che gli intervistati al di sotto dei 29 anni utilizzano molto gli smartphone per attività di intrattenimento e legate ai social network. Poco meno di un terzo del totale frequenta i social network, e un quinto di loro si avvale di speciali programmi per questo scopo. Come osserva Kaspersky Lab, sempre più diffuse applicazioni che gli utenti amano installare, però, possono nascondere delle insidie. I social network inoltre presentano problemi dal punto di vista della possibilità di furto dell’identità: la manipolazione degli account, il monitoraggio illegale dei messaggi e la falsificazione delle informazioni immesse nei guestbook sono solo alcune delle possibili conseguenze di un uso non attento. Ciò, spiega Kaspersky Lab, è dovuto a delle tipiche falle nella sicurezza delle applicazioni web di questo tipo: non appena è richiesta l’autenticazione mediante nome utente e password, si aprono le porte al phishing e alle intrusioni. Mediante un link come “Christmas Specials at Facebook” inviato agli utenti per posta elettronica, si apre un portale facebook per il quale sono richiesti i dati di accesso. Poichè l’interfaccia web appare identica a quella della vera piattaforma di social networking, afferma Kaspersky Lab, l’utente non si rende conto di ciò che sta accadendo e, una volta immessi i propri dati, l’hacker entra in possesso delle password della vittima. E poichè, prosegue la società produttrice di antivirus, la maggior parte della gente utilizza la stessa password per diversi servizi, siano essi eBay, Amazon, webmail, ne può scaturire una ovvia e pericolosa reazione a catena.

Secondo Kaspersky Lab è importante non fare mai clic sui link contenuti nelle e-mail, ma immettere sempre l’indirizzo direttamente nel browser. Nonostante sia comodo frequentare i social network tramite dispositivi mobili e benchè questa pratica sia ormai comunemente associata al bello delle vacanze, è importante non sottovalutarne i pericoli. La regola numero uno, oltre ai consigli utili, dovrebbe essere sempre e comunque la seguente: niente accesso on-line senza il software di protezione internet più aggiornato. Kaspersky Lab, quindi, lancia alcuni suggerimenti. Innazitutto, proteggere la propria privacy sul web. Non tutti i dettagli e non tutte le foto delle vacanze devono necessariamente essere disponibili on-line immediatamente. In secondo luogo, se non si usano Bluetooth nè wlan allora meglio disattivarli. Ciò consente di risparmiare energia e limita molte vie di attacco degli hacker. Ancora, Kaspersky Lab consiglia di fare attenzione ad applicazioni, programmi e software scaricati da internet. Spesso celano dei malfare ben camuffati. Inoltre, tutti i programmi sono aggiornati? Kaspersky Lab sottolinea che le falle alla sicurezza vanno tappate regolarmente. Inoltre se si ha installato un software di protezione aggiornato, questo è in grado di filtrare a monte le e-mail di spam e di phishing contenenti allegati dannosi. Infine, Kaspersky Lab consiglia di non utilizzare la stessa password per accedere a più siti e servizi: è come invitare gli hacker a nozze.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.