DIFESA: SEI ELICOTTERI E DUE AEROPORTI PER L’EMERGENZA INCENDI ESTIVA

FRUTTO DELL’ACCORDO FIRMATO DAL GENERALE CAMPORINI E DA BERTOLASO. Roma, 26 giu. – Sei elicotteri con relativi equipaggi di volo e due aeroporti per il rischieramento logistico dei velivoli del Dipartimento della Protezione Civile vengono forniti quest’anno dalle Forze Armate per contribuire alla campagna estiva antincendi boschivi in Italia. Il contributo dell’Esercito e’ basato su tre elicotteri: due CH-47, dislocati sulla base di Viterbo, e un AB-205 operante da Cagliari. La Marina Militare partecipa all’attivita’ con tre elicotteri AB-212 schierati sulle basi di Luni Sarzana (La Spezia), Catania e Grottaglie (Taranto). L’Aeronautica Militare ha reso disponibile gli aeroporti di Sigonella (Catania) e Trapani Birgi e il relativo supporto logistico per il rischieramento di due velivoli Fire Boss e di un elicottero Erickson S64 Air Crane della Protezione Civile. Un ulteriore contributo della Difesa alla lotta attiva agli incendi boschivi e’ costituito dall’impegno di 25 piloti militari delle Forze Armate (14 dell’Aeronautica, 6 dell’Esercito e 5 della Marina) sulla flotta aerea di Stato. “Si tratta – spiega una nota dello stato maggiore della Difesa – di piloti particolarmente esperti, abitualmente impiegati in operazioni di volo tattico a bassa quota, in grado di affiancarsi rapidamente ed efficacemente al personale di volo gia’ in servizio presso il Dipartimento della Protezione Civile”. L’impiego operativo dei piloti militari, gia’ a partire dalla campagna estiva antincendi boschivi di quest’anno, e’ legato ad un accordo della durata iniziale di 3 anni sottoscritto nel novembre scorso dal capo di stato maggiore della Difesa generale Vincenzo Camporini e dal sottosegretario con delega per la Protezione civile Guido Bertolaso. (Adnkronos)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.