Decreto “mille proroghe” personale Forze armate e di polizia

militari_cittaRoma, 3 gen – Come ogni anno, è stato pubblicato il cosiddetto “Decreto mille proroghe” (Decreto legge 30 dicembre 2009, n. 194). L’art. 4 riguarda esclusivamente la proroga di termini in materia di personale delle Forze armate e di polizia.

Articolo 4
Proroga di termini in materia di personale  delle Forze armate e di polizia

1. All’articolo 35, comma 1 (Inquadramento nel ruolo dei sergenti) , decreto legislativo 12 maggio 1995, n. 196,  e  successive  modificazioni,  le   parole:   «quindici»   sono sostituite dalle seguenti «venti».
 
2. All’articolo 4, comma 9, del decreto-legge 3 giugno 2008, n. 97, convertito, con modificazioni, dalla legge 2 agosto 2008, n. 129,  le parole: «2010-2011» sono sostituite dalle seguenti: «2011-2012».
 
3. Al decreto legislativo 5 ottobre 2000, n. 298, sono apportate le seguenti modificazioni:
a)  all’articolo  19,  comma  1 (Vacanze organiche, promozioni annuali, modalità per colmare ulteriori vacanze) ,  le  parole:  «dal  2010»   sono sostituite dalle seguenti: «dal 2012»;
b) all’articolo 35, comma 2 (Norme che si applicano all’Arma dei carabinieri ), le parole: «fino  all’anno  2009»  e «dal 2010» sono sostituite, rispettivamente,  dalle  seguenti:  «fino all’anno 2011» e «dal 2012»;
c) all’articolo 26, comma 1 (Transiti dai ruoli dell’Esercito della Marina e dell’Aeronautica), le parole: «al 2009» sono sostituite dalle seguenti: «al 2011».
 
4. Il termine del 31 dicembre 2009, di cui all’articolo  6-bis  del decreto-legge 23 febbraio 2009, n. 11, convertito, con modificazioni, dalla legge 23 aprile 2009, n. 38 (Reclutamento di ufficiali in servizio permanente dell’Arma dei carabinieri) , e’ prorogato al 31  gennaio  2010.
Le immissioni in servizio permanente ivi  previste  sono  effettuate, nell’anno 2010, nel  limite  del  contingente  di  personale  di  cui all’articolo 3, comma 102, della legge 24 dicembre 2007,  n.  244,  e successive modificazioni, ferma restando l’applicazione dell’articolo 3, comma 93, della stessa legge n.  244  del  2007,  con  progressivo riassorbimento delle posizioni soprannumerarie.
 
5. L’applicazione degli articoli 16, comma 2, e 18,  comma  2,  del decreto legislativo 5 ottobre  2000,  n.  298 (Quadri di avanzamento e promozioni Tenenti-Colonnello ruolo normale),  e’  differita  al  31 dicembre 2012 a partire dalle aliquote di valutazione formate  al  31 ottobre  2009.  Conseguentemente,  nel  citato  periodo   i   tenenti colonnelli del ruolo normale dell’Arma dei  carabinieri  da  valutare per  l’avanzamento  al  grado  superiore  sono  inclusi  in  un’unica aliquota di valutazione. Fermi restando i  volumi  organici  previsti per il grado di colonnello del ruolo normale e il numero  massimo  di promozioni annuali, la determinazione dell’aliquota, il numero  delle promozioni e la previsione relativa agli  obblighi  di  comando  sono annualmente determinati con il decreto di cui all’articolo 31,  comma 14, del decreto legislativo n. 298 del 2000, prevedendo  comunque  un numero di promozioni non superiore a cinque per gli ufficiali  aventi almeno tredici anni di anzianita’ nel grado, nonche’,  per  gli  anni 2010 e 2011, un numero di promozioni pari a dodici per gli  ufficiali gia’ valutati due e tre volte l’anno precedente e giudicati idonei  e non iscritti in quadro.
 
6. Dall’applicazione dei commi 3 e 5 non devono  derivare  maggiori oneri a carico del bilancio dello Stato.

7. Il termine per procedere alle assunzioni di  personale  a  tempo indeterminato di cui all’articolo 61, comma 22, del decreto-legge  25 giugno 2008, n. 112, convertito, con  modificazioni,  dalla  legge  6 agosto 2008, n. 133( assunzioni in deroga alle normative vigenti) , e’ prorogato al 31 maggio 2010.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.