C’è la crisi ma il Senato veste firmato

senato1Cravatte, camicie, scarpe e collant da 1,2 milioni (per cinque anni). Roma, 29 mag – (di Carlo Tecce – Il Fatto Quotidiano) La vera immunità parlamentare è il privilegio. Guai a toccare i soldi pubblici per i partiti, guai a sopprimere un appalto per abiti da gala. La sforbiciata sui rimborsi elettorali per le ultime politiche (2008), il famoso euro che diventa mezzo per italiano votante, più passano i giorni e più si fa indolore: “Forse il 10 per cento o forse il 5. Un fatto è certo: dobbiamo comprimere”, taglia (si fa per dire) corto Alberto Giorgetti, sottosegretario all’Economia. La casta che costa, a volte lascia la mancia e chiede lo sconto: scrive bandi stravaganti (agende, calze e tipografie) e prova a spezzare la manovra di Tremonti. I partiti hanno preparato la mensolina del frigo, siano di destra o di sinistra, per incassare una parte ciascuno della torta, un malloppo da 370 milioni di euro. Un paragone? Il 20 per cento in più delle risorse destinate alla messa in sicurezza degli edifici scolastici. Risparmiare 50 centesimi significa 185 milioni di euro, il 5 per cento è un graffietto: circa 18,5 milioni, un obolo per le segretarie. Sopportabile. E dunque sufficiente per dare un segnale ai cittadini. Un segnale luminoso, semmai.

Le esclusive docce con idromassaggio

L’ex ministro Mariapia Garavaglia (Pd) ha depositato un’interrogazione urgente al governo che sembra una battuta da cinepanettone, ma che svela l’ennesimo privilegio: “Risulta vero che, per il decoro di alcune sedi ministeriali, siano state spese notevoli cifre, finanche per l’istallazione di docce con idromassaggio?”. Ruotano due follie intorno al mistero delle docce, viste spuntare dai dipendenti, testimoni oculari e incavolati: sarà normale che i ministri sentano l’esigenza di un idromassaggio in ufficio, ispirati dal regolamento molto, molto comprensivo. “Quando mi sono insediata al ministero, varata una manovra da 5 miliardi per i farmaci – ricorda – per prima cosa mi hanno chiesto se volessi cambiare l’arredo”. La senatrice Garavaglia, assieme alle colleghe Armato e Pinotti, svela un retroscena nell’interrogazione: “Per prassi ogni sottosegretario, ministro, dirigente generale, arreda e struttura i propri uffici secondo criteri differenziati per livello di funzioni. Dovete intervenire!”.

Le Camere con parcheggio

auto-blu1

L’affitto per i parcheggi delle auto blu costa alla Camera dei deputati 1,6 milioni di euro l’anno (FOTO DLM)

Al consiglio di presidenza del Senato hanno problemi molto più seri da risolvere: deve archiviare anche due gare d’appalto im-pre-scin-di-bi-li. La più stravagante: “Fornitura di vestiario – per un periodo di cinqueanni–perilpersonaledella carriera ausiliaria”. La commessa è dettagliata: 470 uniformi, 1.685 camicie, 570 paia di scarpe, 4.455 paia di calze, 2.666 collant, 336 cravatte e 444 papillons. Mica roba da mercato, l’amministrazione si riserva la facoltà di ordinare “divise di gala” e stacca l’assegno di 1,2 milioni di euro. Il ministro   Renato Brunetta vuole innovare, il Senato innova e qualcuno – la fortunata società che vincerà l’appalto di 10,44 milioni–dovrà stampare 60 milioni di pagine di documenti ufficiali per i prossimi tre anni. Facciamo due conti: 0,6 euro a pagina. Diranno: rilegata, timbrata e pure a colori. E se provi a fare domande al “servizio del provveditorato”, ti rispondono con trasparenza: “Telefonate al vice segretario generale di seconda fascia”. Un’entità sconosciuta ai centralini del Senato. E la Camera? Austerità: “Fa parte della maggioranza, ma non possiamo lamentarci del presidente Gianfanco Fini”, spiegano al Pd. Forse a lamentarsi saranno i non fumatori, per i 48 mila euro di manutenzione per le aree-ghetto. Le centinaia di migliaia di auto blu dovranno trovare un parcheggio? Ecco l’affitto di posti esclusivi per 1,6 milioni. Non sapremo come sarà la manovra, ma i deputati sapranno quando arriverà. Puntualissimi: a Montecitorio spendono 24 mila euro per far funzionare il “parco orologi”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.