Amianto, ddl Testo Unico: estensione aiuti economici ai militari

amiantoRoma, 8 feb – “L’idea di realizzare un Testo unico in tema di amianto è sicuramente un primo passo per contribuire alla risoluzione definitiva del problema. Apprezzamento dunque per gli obiettivi del disegno di legge, di cui si condivide l’ottica sistemica che comprende aspetti tecnici, amministrativi, sanitari, economici, finanziari e legislativi”. Lo ha dichiarato Sara Agostini, che per l’Unci – Unione nazionale cooperative italiane – ha partecipato questa mattina all’audizione in Commissione Lavoro del Senato sul disegno di legge 173 – Esposizione dei lavoratori all’amianto. “Non si può prescindere – ha aggiunto – dall’adeguatezza del sistema dei controlli e dal monitoraggio degli immobili, che devono seguire tre linee d’indirizzo: siti autorizzati allo smaltimento; edifici pubblici e ruolo delle Asl; aziende deputate allo smaltimento o bonifica di siti a concentrazione di amianto. Solo, infatti, una legislazione applicata e vigilata può realizzare pienamente gli obiettivi che si propone. L’Unci si associa alle numerose richieste al governo per istituire il Fondo vittime dell’amianto, dato che gli strumenti normativi per poter determinare il target di imprese obbligate a finanziare il Fondo già esistono. Apprezza, inoltre, la previsione nel ddl di benefici, a mò di detrazione, per il privato cittadino e per l’impresa incaricata di effettuare gli interventi di eliminazione dell’amianto, e i benefici previdenziali per i lavoratori esposti. Infine, plaude all’estensione di aiuti economici al personale militare delle Forze armate, colmando un vuoto legislativo esistente. Sulle campagne informative e di sensibilizzazione in tema di amianto l’Unci ritiene che saranno più efficaci se condivise con le parti sociali, per cui offre la sua piena disponibilità per eventuali coinvolgimenti”. (Velino)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.