Alloggi Difesa, Casadiritto: “appello alla responsabilità, evitiamo pericolose forzature”

casa_dirittoIl 14 novembre convegno a Milano. Roma, 10 nov – Sta per arrivare al suo epilogo, nel modo più confuso e pericoloso e ad avviso di CASADIRITTO al limite della ”compatibilità costituzionale” come si esprime il Consiglio di Stato con parere 1605/2009 affare n. 01605/2009 trasmesso l’8-10-2009 , l’esame del  Decreto relativo  allo schema di Regolamento per l’attuazione del Programma Pluriennale  per la costruzione, l’acquisto e la ristrutturazione  di alloggi di servizio, riportante le norme relative all’alienazione di parte del Patrimonio ( Legge 244-12-2007 art 2 ). Ebbene ,a nulla sono valse finora le iniziative e le proposte portate avanti da CASADIRITTO assieme alle migliaia di famiglie , intese al rispetto di quanto la Legge 244 indicava e a quanto invece lo schema di Decreto  riportante il Regolamento attuativo indica .Infatti viene presentato un piano megagalattico che prevede finanziamenti per 5 miliardi e 600 milioni di Euro che nessuno potrà ottenere a fronte di un miserrimo piano di vendite costituito da 3131 alloggi , con prevedibile presenza di gran parte dei 4000 alloggi già vuoti.
Inoltre non vengono rispettati i diritti ,esplicitati per legge, dovuti a famiglie con redditi medio bassi o portatori di grave handicap , impossibilitati all’acquisto che si troveranno messi all’asta e sfrattati dal nuovo proprietario dopo pochissimi anni.  Inoltre partiranno gli sfratti direttamente dalla Difesa per gli utenti non individuati nel piano vendite, ed aventi un reddito non rientrante nei limiti indicati nel Decreto Annuale.
Ma in questo momento non vogliamo nemmeno entrare nell’elenco delle modifiche da apportare, peraltro già note, nel Decreto da modificare.
Quello che si chiede ora è lo slittamento dei tempi, ristrettissimi con i quali il Parlamento deve dare il proprio parere ,al fine di permettere al COCER  di andare ad una delibera del comparto Difesa ,cosa che ancora non è stata  possibile, dal momento che il COCER non ha potuto deliberare sul nuovo testo, ma solo su un documento, del marzo scorso, mancante del Piano Pluriennale, esprimendo comunque parere negativo.
CASADIRITTO , rivolge un invito agli utenti degli alloggi a partecipare al Convegno del 14 novembre a Milano ove si rivolgerà direttamente al Presidente della Commissione Difesa del Senato per un appello alla parte istituzionale e siano concessi i tempi tecnici allo scopo di poter discutere sulle proposte migliorative.
Ricorda inoltre che su tale argomento ben 6000 fax sono stati inviati al Ministro della Difesa La Russa da parte delle famiglie di militari. L’approvazione dello schema di Decreto così com’è, procurerà migliaia di sfratti ,non saranno reperite risorse significative  derivanti dalle alienazioni e si perderà un’occasione unica per costruire nuovi alloggi .

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.