Afghanistan: virus mortale minaccia soldati stranieri

ebolaROMA, 7 nov – Una nuova minaccia potrebbe incombere sui militari stranieri in missione in Afghanistan: si tratta di un virus simile a quello dell’Ebola, che avrebbe gia’ fatto una vittima tra i soldati americani sul posto, stando a quanto riferisce il quotidiano Usa Washington Times.
In una corrispondenza da Kandahar, accessibile anche dal suo sito online, il giornale riporta che le autorita’ militari hanno inviato un’equipe medica in una remota postazione di combattimento nel sud dell’Afghanistan, per prelevare campioni di sangue dai membri dell’unita’ militare sul posto, dopo che un soldato e’ morto a causa di un virus simile all’Ebola, si legge. Uno dei medici militari presso la base di Kandahar, Jim Radike, esperto in medicina interna e’ malattie infettive, ha detto al giornale di Washington che un sergente di 22 anni e’ deceduto il 16 settembre scorso per via di una febbre emorragica causata da un virus contratto in seguito alla puntura di una zecca. Radike ha inoltre confermato che il prelievo dei campioni di sangue e’ considerata una ”misura precauzionale” e che i risultati delle analisi ”potrebbero non arrivare prima di alcune settimane”. La notizia giunge proprio mentre il Pentagono ha reso noto di aver inviato in Qatar 150,000 dosi di vaccino per l’Influenza A destinato alle truppe Usa in Iraq e Afghanistan. Una quantita’ che corrisponde alla meta’ delle dosi richieste dal Comando centrale Usa. E’ emerso nei giorni scorsi che alcuni afghani sarebbero morti dopo aver contratto il virus H1N1, che apparentemente sarebbe stato portato nel paese asiatico proprio dai militari stranieri. (ANSA)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.