Afghanistan, ministri della Difesa UE: contro IED deciso l’invio di un laboratorio mobile

militare_esplosioneProgetto operativo dal 2011 affidato ai militari francesi. Lussemburgo, 26 apr. – Contro gli Ied, i congegni esplosivi improvvisati, l’Unione Europea manda in Afghanistan un laboratorio mobile che dovrebbe permettere agli esperti di prevenire attacchi simili che tante vittime hanno provocato tra i militari stranieri in Afghanistan. La decisione è stata presa oggi dai ministri della Difesa dei 27 riuniti a Lussemburgo (per l’Italia c’è il sottosegretario Giuseppe Cossiga), secondo quanto riferito dal presidente dell’Agenzia per la Difesa europea (Eda), Alexander Weis.

La Francia sarà “il Paese quadro” di questo progetto, che sarà finanziato dall’Eda con un milione di euro e dovrebbe essere operativo entro il 2011. Le truppe francesi, ha confermato il ministro della Difesa di Parigi Herve Morin, saranno incaricate di far funzionare questo laboratorio “per ricerche scientifiche sugli ordigni improvvisati” e al progetto “si è associata la Polonia”.

Secondo i dati forniti da Weis, nel 2009 in Afghanistan sono stati registrati ottomila incidenti con Ied, che hanno provocato la morte di 275 soldati.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.