Aerei: all’insegna dell’ottimismo apre l’airshow di Farnborough

FarnboroughFarnborough (Inghilterra), 19 lug – Apre oggi a Farnborough l’International Airshow (19-25 luglio) dove gli organizzatori, grazie al nuovo clima di fiducia, puntano a superare il record dell’edizione 2008 quando gli ordini complessivi furono pari a 88,7 miliardi di dollari per circa 480 aerei. Dopo la battuta d’arresto dell’eruzione del vulcano islandese il settore aereo ha continuato a recuperare terreno dopo la crisi dell’ultimo biennio e la Iata prevede per il 2010 un utile del settore a 2,5 miliardi di dollari. Al Farnborough International Airshow 2010 i protagonisti sono i rivali di sempre, la statunitense Boeing ed il consorzio europeo Airbus. La prima presentera’ al suo debutto nel vecchio continente l’attesissimo – anche per i due anni di ritardi accumulati per la sua avveniristica struttura superleggera (20% in meno) in materiali compositi – il B787 ‘Dreamliner’; la seconda il trasporto militare A400M, che ha avuto anche problemi di natura politico-economica. L’Italia e’ presente in forze con il gruppo Finmeccanica – e’ grande l’attesa per un nuovo elicottero Agusta-Westland – e i suoi ‘gioielli’a partire dalla porzioni di B787 Dreamliner realizzate: le sezioni centrale e posteriore della fusoliera e lo stabilizzatore orizzontale del B-787. Tra i velivoli propri il C27J Spartan, di Alenia Aeronautica, turboelica tattico, in grado di trasportare 11 tonnellate di carico e operare senza difficolta’ su piste brevi e accidentate in aree remote, senza alcun supporto esterno. Lo Spartan, in servizio con le forze aeree di Italia, Grecia, Bulgaria e Lituania, ha vinto la selezione Jca per il futuro aereo da trasporto tattico Usa, che ne ha ordinato 78 esemplari. A Farnborough Alenia Aeronautica e’ presente anche con l’ATR42, turboelica multiruolo impiegato principalmente per il pattugliamento marittimo e le operazioni di ricerca e soccorso, e il piu’ grande ATR600 Grande attenzione, come ogni anno, per l’Eurofighter, il piu’ avanzato aereo da combattimento sviluppato in Europa, di cui Alenia Aeronautica produce l’ala sinistra, la fusoliera posteriore e i piloni alari, oltre ad aver progettato il sistema di navigazione, l’armamento, il controllo delle utility, la propulsione e i sistemi di alimentazione secondari per tutti i velivoli. Alenia Aermacchi, altra’ societa’ del gruppo, mostrera’ l’addestratore avanzato di ultima generazione M-346 Master, con un sistema avionico pienamente rappresentativo dei caccia di nuova generazione. L’elevato rapporto spinta/peso, la configurazione aerodinamica a portanza vorticosa e il sistema di comandi di volo Fly-by-Wire a ridondanza quadrupla conferiscono all’ M-346 prestazioni simili a quelle dei piu’ moderni velivoli da combattimento. Tra i velivoli ad ala fissa, infine, il Sukhoi Superjet 100, aereo di linea regionale biturbina da 95 posti, prodotto dalla divisione civile di Sukhoi e da Alenia Aeronautica. Tra gli elicotteri Finmeccanica schiera la flotta Agusta-Westland: dall’ AW159, sviluppo del veloce Lynx, all’AW139, elicottero medio biturbina, l’AW109 LUH, il bimotore leggero piu’ venduto al mondo. Nel compplesso le aziende del Gruppo Finmeccanica presenti al Salone di Farnborough sono AgustaWestland, Alenia Aermacchi, Alenia Aeronautica, Drs Technologies, Elsag Datamat, Seicos, Selex Communications, Selex Galileo, Selex Service Management, Selex Sistemi Integrati, Telespazio e Thales Alenia Space (AGI)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.