“Tototruffa” alla romana: napoletano vende una casa non sua e finisce in carcere

Toto-TruffaRoma, 2 mar. – Vende un appartamento non suo, all’insaputa del reale proprietario, e incassa 150mila euro. Sembra un episodio di “Tototruffa”, e invece è una storia realmente accaduta a Roma, dove un 53enne napoletano, già noto alle forze dell’ordine, è finito in carcere con le accuse di truffa aggravata, possesso di documenti di identità falsi e falsità ideologica e materiale. A identificarlo e a rintracciarlo, al suo indirizzo partenopeo, i carabinieri della Stazione La Storta. Gli stessi ai quali si erano presentate le due vittime del “bidone”, il vero padrone di casa e l’incauto compratore.

Tutto comincia qualche mese fa, quando un professionista romano, dopo aver letto l’annuncio economico su un giornale specializzato, fissa un appuntamento con il “presunto” proprietario di un appartamento in Via Quero, zona Osteria Nuova. Dopo averlo visitato decide di comprarlo anche perchè l’affare sembra davvero buono, visto il prezzo vantaggioso, 150mila euro per 150 metri quadrati e giardino annesso. Dopo qualche giorno, acquirente e venditore si recano da un notaio della capitale e stipulano l’atto di compravendita: i 150mila euro passano con pochi clic dalla banca presso cui la vittima ha acceso un mutuo al conto corrente del truffatore.

Passata qualche settimana, l’inganno viene a galla quando il reale proprietario dell’immobile si reca sul posto e trova la sorpresa: l’inquilino a cui aveva affittato la casa, cioè il truffatore, era sparito e dopo aver falsificato i documenti, fingendosi il reale proprietario, l’aveva venduta. Al compratore e al reale proprietario non resta altro da fare che rivolgersi ai carabinieri e denunciare il raggiro. In breve le indagini dei militari dell’Arma provano la falsità dei documenti utilizzati per la compravendita e consentono di identificare e arrestare il truffatore, rinchiuso nel carcere di Poggioreale. Sarà interrogato nei prossimi giorni. (AGI)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.