Perugia: carabiniere ucciso durante una rapina, due condanne all’ergastolo

Donato-FezzuoglioPerugia, 12 mag – Sono stati condannati alla pena dell’ergastolo Raffaele Arzu e Pietro Pala, accusati di aver ucciso il carabiniere Donato Fezzuoglio (nella foto di apertura con la moglie) durante una rapina messa a segno il 30 gennaio del 2006 a Umbertide.

Dopo oltre diciassette ore di camera di consiglio, iniziata alle 10 di mattina e terminata alle tre di notte, la Corte d’Assise di Perugia, presieduta dal giudice Daniele Cenci, a latere Giuseppe Noviello, ha emesso il suo verdetto: ergastolo, diciotto mesi di isolamento diurno e decadimento della potestà genitoriale, come richiesto dall’accusa. Inoltre provvisionale di un milione di euro per la vedova del carabiniere. Alla lettura del dispositivo, alle tre della scorsa notte, era presente solo uno degli imputati, Raffaele Arzu. I famigliari della vittima, alla lettura del dispositivo si sono commossi.

”Noi siamo condannati al dolore eterno perchè mio marito Donato non c’è più ma questa sentenza ripaga il lavoro dei tanti appartenenti alle forze dell’ordine che ogni giorno svolgono il loro dovere senza clamori”: ha detto Emanuela Becchetti, vedova del carabiniere. ”La decisione dei giudici – spiega Emanuela Becchetti – mi aiuterà a fornire delle spiegazioni al nostro piccolo figlio. Nella lunga attesa della camera di consiglio mi sono passati davanti gli ultimi sette anni di vita, dal 30 gennaio 2006 ad oggi. Donato mi manca molto – conclude la vedova – ma la sentenza ripaga il lavoro dei tanti militari che si sono impegnati per ottenere questo risultato, così come la procura di Perugia”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.