Finmeccanica: gen. Tricarico, sbigottito dall’arresto di Orsi

finmeccanica-logoMazzata sull’holding, a rischio migliaia di posti di lavoro. Roma, 12 feb – «Sono sbigottito per l’arresto di Giuseppe Orsi, persona che conosco e stimo da oltre trenta anni come dirigente lontano mille miglia dal sottobosco politico ed affaristico “romano”. Gli auguro di poter presto uscire da questa situazione».

Lo afferma il generale Leonardo Tricarico, ex capo di Stato maggiore dell’Aeronautica militare. «Si tratta – sottolinea Tricarico – dell’ennesima mazzata, assestata su segnalazione di rei confessi da lui allontanati, alla presenza, immagine e competitività della grande industria italiana sui mercati internazionali. Credo sia importante per tutti tenere sempre a mente che Finmeccanica e le società controllate competono sugli ancor più competitivi mercati internazionali dell’aerospazio, sicurezza, difesa, nei quali i grandi gruppi mondiali che si muovono con il pieno appoggio dei propri governi stanno già fregandosi le mani per l’inaspettato regalo. Sbocchi così clamorosi mettono a rischio decine di migliaia di posti di lavoro altamente specializzati, diretti ed indiretti, di Agusta Westland, che è una delle rare realtà italiane che in questo periodo di crisi diffusa producono utili, investono ed assumono».

«Posso testimoniare di persona – conclude Tricarico – dell’impegno di Orsi per riformare radicalmente Finmeccanica e mi auguro, qualunque dovesse essere l’esito dell’attuale inchiesta, che queste innovazioni possano continuare, evitando al gruppo di tornare nella zona grigia dei porti delle nebbie romani». (ANSA)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.