Manovre: stangata alle famiglie per 8.266 euro

Tasse-disperazioneSommando l’ultima alle precedenti il peso per ogni famiglia nel quadriennio 2011-2014, sarà pari a 8.266 euro, poco più di 2.000 euro all’anno. Roma, 8 dic – Doveva essere un intervento da 20 miliardi di euro. Invece, secondo la Cgia di Mestre, dopo la lettura della Gazzetta Ufficiale, la dimensione economica del decreto ”salva-Italia” sarebbe molto superiore ai 20 miliardi anunciato dall’esecutivo. Addirittura tre volte superiore.

Lo afferma la stessa Cgia, che parla di una “sorpresa”, in quanto – spiega in una nota – il decreto “darà luogo ad una correzione del deficit per un importo di circa 20 miliardi nel 2012 e di altri 21 miliardi per ciascuno dei due anni successivi”. Complessivamente, quindi, secondo la Cgia la manovra del Governo Monti avrà un effetto complessivo di 62,9 mld di euro, dove le maggiori entrate rappresenteranno circa il 70% della manovra, mentre le minori spese ammonteranno a circa il 30%. ”Secondo una nostra stima – commenta Giuseppe Bortolussi segretario della CGIA di Mestre – nel triennio 2012-2014 l’impatto medio su ciascuna famiglia italiana sarà di quasi 2.500 euro, poco più di 830 euro all’anno. Se agli effetti economici della manovra Monti aggiungiamo anche quelli esplicati dalle due manovre d’estate redatte quest’anno dal Governo Berlusconi, l’effetto complessivo, nel periodo 2011-2014, sale a addirittura a 208 mld di euro”. “Pertanto – conclude – il costo che ogni nucleo familiare dovrà farsi carico nel quadriennio 2011-2014, sarà pari a 8.266 euro, poco più di 2.000 euro all’anno”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.