Manovra: Ponti (UIL PA), troppa fretta l’abolizione dell’Inpdap ed Enpals

inpdapIl sindacato chiede un’audizione urgente alle Commissioni parlamentari. Roma, 7 dic – ”La Uil Pa, pur condividendo l’esigenza di un dibattito relativo alla costituzione di un Istituto di Previdenza Generale, critica nel merito e nel metodo la decisione del governo che, in maniera assolutamente frettolosa, ha prodotto, invece, l’incorporazione dell’Inpdap e dell’Enpals nell’Inps”. E’ quanto afferma il segretario nazionale della Uil pubblica amministrazione, Enrico Matteo Ponti, che spiega: ”Tale operazione non appare affatto in grado di tutelare le specificità dei due enti, allo stato disciolti che erano stati costituiti al fine di tenere nel debito conto le peculiarità dei lavoratori dello spettacolo e di quelli della pubblica amministrazione”.

”Prestazioni loro erogate da Enpals ed Inpdap, anche con contribuzione aggiuntiva ad esclusivo carico dei lavoratori interessati – aggiunge Ponti – rischiano di essere messe in predicato dalla genericità del testo approvato dal governo. Inoltre è altrettanto il blitz con il quale, modificando una precedente legge, non viene più garantita la tutela del posto di lavoro a circa un migliaio di dipendenti dell’Inpdap in servizio da decenni presso lo stesso”. La Uil Pa, conclude, ”chiederà alle competenti commissioni parlamentari una urgente audizione per meglio esplicitare le criticità evidenziate”. (Adnkronos)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.