IMU: la Camera accoglie un odg per agevolazione fiscali personale Sicurezza e Difesa

domenico-rossiRoma, 19 giu – La Camera dei Deputati ha approvato un ordine del giorno – presentato dall’on. Domenico Rossi di Scelta Civica – che impegna il governo a valutare, nella riforma complessiva dell’IMU, la possibilità di applicare al personale del comparto Sicurezza, Difesa e Soccorso Pubblico le agevolazioni fiscali sulla prima casa anche se il personale per obblighi di servizio dimora abitualmente in sedi diverse rispetto a dove è ubicato l’immobile.

«Lasciatemi esprimere la mia soddisfazione per gli obiettivi prefissi da Scelta civica ieri in commissione Difesa alla Camera – ha dichiarato l’on. Domenico Rossi – frutto del nostro lavoro e grazie al buon senso del governo che sono importantissimi per un comparto, quello della Difesa, Sicurezza e Soccorso pubblico, in cui io lavoro da tutta la vita e in cui mi sono formato come dirigente ed amministratore, e di cui ho anche fatto miei gli ideali, le aspirazioni, le istanze e le battaglie per riconoscerne i diritti fondamentali e le differenze con tutta la Pubblica amministrazione, esaltandone sempre, e ora più che mai essendo insignito di una carica politica e quindi sentendomi rappresentante di tutte le Forze Armate e Forze di Polizia, portavoce dei loro problemi ed inviato in un ambiente complicato e difficile come lo sono i palazzi del potere, la specificità dei compiti svolti, la passione con cui si svolgono e l’amore mai messo in dubbio per le Istituzioni e la Patria».

«Questo odg , direi di buon senso e di cui si può facilmente intuire la giustizia sociale che porta nei suoi intendimenti, è accompagnato dal voto unanime della Commissione Difesa sullo stralcio di tutto il comparto dal blocco stipendiale 2014. Il parere espresso da questa votazione, che dovrà andare prima all’esame della commissione Affari costituzionali e Lavoro, propone al governo di attivare per raggiungere questa meta una specifica concertazione in materia con le Amministrazioni , consci che si possano trovare nuove risorse, e con tutti gli organismi rappresentativi del personale; le mie aspettative riguardo quanto deliberato sono che il governo e le commissioni attivate facciano propri questi pareri e suggerimenti quale riconoscimento inequivocabile e soprattutto concreto delle peculiarità del mondo in divisa, delle sue caratteristiche diverse da tutti i lavoratori e dell’originalità di problemi e preoccupazioni dei propri uomini e donne».

«Penso che le finalità del lavoro fin qui svolto siano chiare: gli appelli e le richieste delle persone che lavorano disinteressatamente per il bene comune, e molte con sprezzo del pericolo e mettendo a repentaglio ogni giorno la propria vita, devono essere ascoltate ed accolte; nel mio piccolo o grande che sia sarò sempre dalla loro parte, mi batterò in ogni sede ogni volta che sentirò svilito o non apprezzato il loro compito, dedicherò la mia passione ed il mio tempo per il riconoscimento della loro singolarità rispetto a tutti gli occupati: non finirò mai di scriverlo e gridarlo» – ha concluso Rossi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.