Cause di servizio gestite dall’INAIL, FICIESSE: “un regalo all’istituto, 1.300 euro per ogni pratica aperta”

Roma, 18 dic – «L’emendamento Scanu alla Legge di Stabilità, in discussione presso la Commissione Bilancio della Camera, che prevede il doppio binario – medicina legale militare e Inail – che, con ogni probabilità, sarà inserito in occasione dell’approvazione della legge di stabilità con mozione di fiducia al governo, mostra ancora una volta la debolezza della tutela dei militari privi di organizzazioni che agiscano in ragione dei loro interessi».

Così il Segretario Generale dell’Associazione Finanzieri Cittadini e Solidarietà (FICIESSE), Francesco Zavattolo.

«La nuova norma – spiega Zavattolo – che interesserà la valutazione degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali del comparto Sicurezza e Difesa e Vigili del Fuoco, non solo affossa i bilanci delle amministrazioni interessate e sottrae risorse al welfare, ma è priva di quel preventivo confronto tra le parti che mal si concilia con uno Stato democratico, soprattutto in una fase in cui si assiste sempre più soventemente al presidio controllato della democrazia se non alla militarizzazione di parti dello Stato».

«Economicamente, il provvedimento comporterà meno risorse (decine di milioni di euro) a Scuola, Sanità e Sicurezza a vantaggio dell’Inail che, solo per fare da passacarte (alla Commissione medica ospedaliera e Comitato di verifica per le cause di servizio), in un settore altamente rischioso come quello della Sicurezza e Difesa, incasserà 1.300 euro per ogni singola “pratica”».

«E’ una vergona! – stigmatizza FICIESSE -. Il provvedimento, inoltre, qualora diventasse legge, non definendo la competenza giurisdizionale (tribunali amministrativi o giudice del lavoro) creerebbe un forte contenzioso lasciando il campo ad una giurisprudenza sconnessa, disomogenea e iniqua. Ma la cosa più grave è che una materia così delicata venga sottratta al confronto con le parti sociali per essere inserita nel calderone variegato della legge di stabilità».

«Auspico – conclude il Segretario Generale – che il Governo e i partiti, tutti, diano un senso e un peso ai provvedimenti di prossima approvazione impedendo scorribande pericolose sulla pelle dei cittadini e della loro sicurezza. A Salvatore Garau, presidente dell’Associazione AFEVA Sardegna, i sentimenti di vicinanza e stima per la propria attività di dissenso civile avviato con lo sciopero dalla fame davanti a Montecitorio per protestare contro questa ennesima rougue proposal, proposta canaglia».

Sommario
Cause di servizio gestite dall'INAIL, FICIESSE: "un regalo all'istituto, 1.300 euro per ogni pratica aperta"
Article Name
Cause di servizio gestite dall'INAIL, FICIESSE: "un regalo all'istituto, 1.300 euro per ogni pratica aperta"
Author
Publisher Name
GrNet.it
Publisher Logo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.