Carburanti: da domani aumentano le accise per l’alluvione in Liguria e Toscana

aumento-benzinaCirca 0,9 cent. fino a fine dicembre per fronteggiare l’emergenza. Roma, 31 ott- Benzina e diesel sempre più salati. Una determinazione del 28 ottobre scorso dell’Agenzia delle Dogane fissa infatti in 8,90 euro per mille litri (ossia quasi 9 millesimi) l’aumento deciso per rafforzare il fondo di riserva per le spese impreviste dopo che il Consiglio del Ministri di venerdì scorso ha destinato 65 milioni di euro alle zone della Toscana e della Liguria colpite dall’alluvione. “Considerato che nella medesima seduta del Consiglio dei Ministri – si legge nel provvedimento dell’Agenzia – è stato, altresì, deciso di reintegrare il fondo per un importo pari a 65 milioni di euro mediante un incremento dell’accisa sui carburanti”, dal 1° novembre al 31 dicembre le nuove imposte di fabbricazione saranno, riferisce QuotidianoEnergia, pari a 622,10 euro per mille litri per la benzina e a 481,10 euro per mille litri per il diesel. L’effetto dell’aumento dell’accisa sui prezzi alla pompa dovrebbe essere tra 1 e 1,1 centesimi al litro, rileva la Staffetta Quotidiana. Venerdì la Giunta regionale della Toscana ha deliberato l’aumento di 5 centesimi al litro dell’accisa regionale sulla benzina dal 1° gennaio 2012. Sulla base del milleproroghe (decreto-legge 29 dicembre 2010, convertito dalla legge 26 febbraio 2011), ricorda la Staffetta Quotidiana, per far fronte a eventi eccezionali le Regioni devono aumentare fino a 5 centesimi al litro le accise sulla benzina per potere accedere al Fondo nazionale di Protezione civile.

Un Fondo nazionale che a sua volta, sottolinea la Staffetta Qutotidana, deve essere automaticamente reintegrato con un aumento delle aliquote di accisa su benzina e gasolio a livello nazionale. Il gettito dell’aumento dell’addizionale regionale è previsto in 50 milioni di euro, quello dell’aumento a livello nazionale in 65 milioni di euro. Un analogo aumento, ma di maggiore consistenza (40 euro per mille litri), è stato deliberato in giugno per finanziare la missione militare in Libia e l’emergenza immigrazione. A livello regionale, l’ultimo aumento è invece stato deciso dalla Regione Marche. (Adnkronos)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.