Al via l’airshow internazionale di Farnborough. Difesa in crisi, è caccia ai clienti dei Paesi emergenti

49-Farnborough-1Roma, 7 lug – (di Stefania De Francesco) Il 49° Farnborough International Airshow apre le porte lunedì (sino al 15) avviando un’estate di grandi eventi in Gran Bretagna, che ospita le Olimpiadi. Sul salone dell’aerospazio e difesa – che si alterna ogni anno a quello di Bourget (Parigi), le due più importanti vetrine del settore – pesa la crisi economica nei Paesi tradizionalmente protagonisti, dagli Usa all’Europa, alle prese con i tagli delle spese militari.

Si guarda, allora, alle potenzialità dei Paesi Bric (Brasile, Russia, India e Cina) e del Medio Oriente. Dovrebbe essere quindi il settore civile a impadronirsi della scena – con la classica sfida fra i colossi Boeing-Airbus – viste le prospettive di crescita: nei giorni scorsi Boeing ha alzato a 34mila la stima di vendita di aerei nei prossimi venti anni per un valore di 4.500 miliardi di dollari con la domanda più forte dall’Asia (previsti 12mila aerei al 2031). Un mercato che fa quindi gola alla Cina, che con la Russia starebbe creando una joint venture per produrre un nuovo aereo sul modello dell’Iliushin-96, a lungo raggio, concepito in Urss a fine anni Ottanta. Mentre Pechino ha già firmato un’intesa con la brasiliana Embraer per collaborare sugli aerei commerciali.

787-dreamliner-special-liveryIn attesa di novità dall’Estremo Oriente, sul palco ci saranno i rivali di sempre, Boeing e Airbus. Per attirare l’attenzione di nuovi clienti, il costruttore statunitense – che dalla settimana scorsa ha un nuovo capo del settore “Aerei Commerciali”, Ray Conner – tornerà a volare a Farnborough dopo 28 anni. E lo farà con il 787 Dreamliner, l’aereo in fibra di carbonio. Airbus si esibirà con il gigante A380. Ma un’altra sorpresa potrebbe arrivare da Boeing: la presentazione del prototipo dell’erede del Concorde, un jet supersonico ancora più veloce e silenzioso del predecessore.

In mostra statica e alcuni in volo, gli aerei miliari subiranno i colpi della crisi. Le spese della Difesa dal 2010 hanno avuto una significativa riduzione: gli Usa si avviano verso una decisa riduzione del budget nei prossimi anni, con la cancellazione di programmi esistenti e il blocco di nuove iniziative. I budget europei sono ancor più sotto pressione e le aziende del settore, per far fronte al nuovo scenario, stanno sviluppando attività commerciali sempre più aggressive nei Paesi ad alto potenziale di crescita di Asia, Sud America e Medio Oriente. La spesa globale militare è rimasta sostanzialmente piatta nel 2011 e dall’anno scorso a quest’anno le prime cento aziende mondiali di aerospazio e difesa hanno ridotto i ricavi nel comparto difesa dal 32,8% al 30,8%. In Asia, invece, quest’anno la spesa per la difesa supererà per la prima volta quella europea che dal 2008 ha conosciuto un progressivo calo da 201 a 194 miliardi di euro nel 2010 (fonte European Defence 49-FarnboroughAgency). Sale, invece, la spesa nei Paesi ad alto potenziale di crescita: si stima che rappresenti dal 10 al 15% della spesa globale mondiale (1,5 trilioni di dollari). Il Gruppo Finmeccanica si presenta a Farnborough con una strategia idonea ad affrontare le mutate condizioni dei mercati internazionali, caratterizzati da un’aspra competizione nella quale, per poter emergere, il vantaggio tecnologico gioca un ruolo essenziale. E infatti la holding punta a evolvere da società della Difesa a società delle alte tecnologie. E’ attesa la presentazione della SuperSelex, una sola società dell’elettronica della difesa in cui confluiranno le attività che ha in tutta Europa.

Gli organizzatori del salone puntano a migliorare i risultati di due anni fa (nel 2010 circa 250.000 visitatori, oltre 1.400 espositori di oltre 40 paesi) che portò un giro d’affari di 47 miliardi di dollari. E auspicano che tanta gente presente per le delle Olimpiadi visiti anche il salone (aperto al pubblico il 14 e 15 luglio). Tante le attrattive per tutte le età, dalle esibizioni delle squadre acrobatiche della Raf allo storico Breitling, e per la prima volta si potrà sperimentare un viaggio nella stratosfera con la Galactic Virgin.(ANSA)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.