Siria: ammiraglio Binelli Mantelli, valutare bene se si aiuta o no la pace

binelli-mantelli-salutoTorino, 2 set – La decisione su un eventuale intervento in Siria ”non è di nostra competenza, è una decisione politica. Sono d’accordo con il ministro che bisogna valutare bene se si aiuta la pace o no e quindi le condizioni vanno viste con molta attenzione. Tant’è che questa frenata la dice lunga”.

Lo ha sottolineato il Capo di Stato Maggiore della Difesa, ammiraglio Luigi Binelli Mantelli, a margine del 39° Congresso della commissione internazionale di storia militare a Torino. E rispondendo a chi gli chiedeva se in Siria si fosse passato il segno con l’uso di armi chimiche l’ammiraglio ha spiegato: ”è difficile dire quale sia la linea rossa che si supera: se è un uso sporadico o sistematico, ma comunque è un uso che va condannato, il come è una decisione politica”. ”L’intervento militare – ha ribadito il Capo di Stato Maggiore – si fa secondo le condizioni che ci sono ordinate politicamente : il problema è il coinvolgimento di tutte le nazioni che sono intorno alla questione siriana. Questo può creare, come ha detto anche il ministro Bonino, un effetto domino molto pericoloso. E questo – ha concluso – è il problema principale”.

Sul versante politico il ministro Mauro, nella stessa sede, ha dichiarato che sulla questione Siria il governo ”è assolutamente unito e compatto. Le posizioni – ha precisato – vengono definite di volta in volta attraverso riunioni collegiali ed espresse attraverso il nostro presidente del Consiglio”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.