Pirateria: l’Italia al comando dell’operazione Ocean Shield

pirateria-marinaRoma, 21 nov – Il 23 novembre a Taranto a bordo di Nave San Marco, alla presenza dell’Ammiraglio di Squadra Rinaldo Veri, comandante della Componente Marittima Alleata del Sud Europa ,il Contrammiraglio Antonio Natale assumerà il comando dello Standing NATO Maritime Group 2 (SNMG 2).

>E’ quanto riferito in una nota dello Stato Maggiore della Difesa.

Lo Standing NATO Maritime Group 2 è una formazione navale di pronto intervento, costituita da unità dell’alleanza atlantica. Il gruppo Navale SNMG 2 si trasferirà nelle acque somale nell’ambito della operazione NATO Ocean Shield in contrasto alla pirateria anche questa sotto il comando del Contrammiraglio Natale. Nave San Marco, sarà sede di comando della SNMG 2, e oltre al proprio equipaggio, composto da 320 tra uomini e donne, imbarcherà uno staff internazionale proveniente da diversi Paesi della NATO.

Il comando italiano, oltre alla sua missione primaria di contrasto alla pirateria marittima, trasporterà aiuti umanitari nel continente africano, quali attrezzature ospedaliere e farmaci. L’iniziativa è il risultato della cooperazione tra la Marina Militare e l’Associazione Umanitaria Padana Onlus. In contrasto alla pirateria marittima nel Corno d’Africa e Oceano indiano, oltre alla formazione navale della NATO, che l’Italia comanda per la terza volta, opera anche la forza navale dell’Unione Europea EUNAVFOR con la missione Atalanta, il cui comando è affidato al Contrammiraglio Enrico Credendino, attualmente imbarcato sulla nave San Giusto.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.