Manovra, La Russa: “qualche aereo in meno, qualche fregata in meno”

LaRussa1Pisa, 17 ago – ”Possiamo discutere sugli investimenti, qualche aereo in meno, qualche fregata in meno, ma trovando un equilibrio tra riduzioni possibili e la necessità di non recare danni all’industria militare italiana”. Lo ha detto il ministro della difesa Ignazio La Russa, a margine di una visita alla 46ma Brigata aerea di Pisa.
”Le forze armate – ha aggiunto il ministro – sono le uniche che prima ancora della manovra hanno ridotto il costo delle missioni internazioni senza far venire meno un briciolo di sicurezza e di efficienza. Anche in questa occasione se ci saranno tagli, e ce ne saranno per tutti, noi dobbiamo stare attenti a mantenere integre sicurezza ed efficienza sul resto possiamo discutere, ad eccezione naturalmente degli stipendi dei soldati”.

“Nei prossimi giorni andrò in Sicilia e ho invitato Crosetto da me sull’Etna perchè mi illustri le sue idee e quelle degli altri perchè se possono essere positive non c’è nessun motivo per non esaminarle”. Così rispondeva inoltra il ministro La Russa ai giornalisti che gli domandavano un commento sulle critiche alla manovra da parte di alcuni esponenti di maggioranza. “Io che da giovane – ha detto ancora – non ero nè liberale nè socialista dico che questa è una scelta obbligata perchè l’Italia è un mare agitato dentro un mare in tempesta, ovvero la situazione economica internazionale”. “Però – ha aggiunto il ministro – sono stato il primo a dire che occorre ascoltare tutte le proposte sia quelle che vengono dall’opposizione sia quelle della maggioranza ma anche dei singoli parlamentari”. Infine il ministro ha sottolineato che se “ci sono proposte che a saldi invariati possono migliorare la manovra non c’è alcun motivo per non prenderle in considerazione”. Il ministro durante la sua visita era accompagnato dal comandante della Brigata, il generale Stefano Fort, dal colonnello Pietro Ribezzo vice comandante della Folgore e dal prefetto di Pisa, Antonio De Bonis, incontrando i militari il ministro ha sottolineato il loro compito essenziale ed insostituibile sottolineando l’importanza della sinergia eccezionale tra la 46ma Brigata e la Folgore.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.